lunedì 05 dicembre | 03:18
pubblicato il 16/set/2014 15:26

Mps: Clarich, spero cooptazione nuovi consiglieri in prossimo Cda banca

(ASCA) - Roma, 16 set 2014 - ''Spero che nel prossimo Cda della Banca ci siano le condizioni per la cooptazione dei due consiglieri in sostituzione dei due che hanno dato la loro disponibilita' a dimettersi. Questi ultimi infatti devono formalizzare alla Banca le loro dimissioni per rendere possibile la cooptazione dei due nuovi amministratori'', cosi' Marcello Clarich, presidente della Fondazione Mps, a margine della presentazione del libro ''L'euro e' di tutti'' di Roberto Sommella, tenutasi oggi all'universita Luiss.

Lo scorso 11 settembre, Marco Turchi, vicepresidente di Mps e Paola Demartini avevano espersso la loro disponibilita' a dimettersi per lasciare il posto ai due consiglieri indicati dai fondi Btg Pactual e Fintech Advisory che, insieme alla Fondazione Mps, hanno sindacato in un Patto il 9% del capitale della banca.

''Che tutto si risolva nel prossimo Cda della Banca e' un mio auspicio, non conosco nemmeno la data della sua convocazione. Noi come Fondazione in questa vicenda non abbiamo piu' alcun ruolo, una vicenda che peraltro si e' potratta per un bel po' di tempo'' ha sottolineato il numero uno di Palazzo Sansedoni.

men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari