lunedì 05 dicembre | 11:50
pubblicato il 18/ago/2014 13:49

Mps: Clarich, legame con Banca va mantenuto e valorizzato

(ASCA) - Siena, 18 ago 2014 - ''La Fondazione Mps e' in una situazione in cui il legame con la banca c'e' ancora, e' legato a un patto di sindacato importante, ed e' un legame che va, nei limiti del possibile e delle nostre forze, mantenuto, conservato e valorizzato''. Lo ha detto il neo presidente della Fondazione Mps Marcello Clarich, nella sua prima conferenza stampa a Siena.

''Non voglio parlare del passato - ha detto -. Quel che e' successo e' successo, bisogna ripartire al meglio e gestire presente e futuro della Fondazione, che ha l'obiettivo primario di mantenere il valore del patrimonio. Dobbiamo un grande riconoscimento ad Antonella Mansi e alla sua squadra che hanno conservato un patrimonio che rischiava di essere azzerato. Un patrimonio che deve essere investito bene, dobbiamo ancora immaginare la strategia ma bisogna cercare investimenti che abbiamo un minimo di reddito sicuro per le erogazioni, non fare operazioni speculative, ma operazioni che che garantiscano un futuro di lungo periodo''.

afe-men/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Casa
Ag. Entrate: mercato immobiliare in rialzo, nel III trim. +17,8%
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari