domenica 22 gennaio | 14:19
pubblicato il 25/gen/2013 12:05

Mps: Boldrin, nazionalizzazione e dimissioni alta dirigenza

(ASCA) - Siena, 25 gen - Un invito ''esplicito alla nazionalizzazione e alle dimissioni di tutta l'alta dirigenza''. E' quanto ha chiesto Michele Boldrin, cofondatore con Oscar Giannino di 'Fare per fermare il declino', intervenendo all'assemblea straordinaria dei soci di Mps in corso a Siena.

Poi, una volta risanata, la banca dovra' essere, per Boldrin, ''riprivatizzata''. Secondo l'economista, oggi, ''la situazione patrimoniale di Mps e' tale che ''non e' in grado di svolgere l'attivita' bancaria con mezzi propri'' e vive con una ''ricapitalizzazione occulta'', con un ''finanziamento statale''. Secondo Boldrin, il Monte dei Paschi e' la ''punta di un iceberg'', il ''risultato'' di una situazione, quella del sistema bancario italiano, ''totalmente anomala''. Il sistema italiano, ha detto, ''non e' ne' privato ne' pubblico, i partiti politici in via indiretta governano le banche attraverso le Fondazioni''.

Boldrin ha infine chiesto, una ''vigilanza della Banca d'Itala molto piu' trasparente''.

afe/mau

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4