lunedì 27 febbraio | 12:36
pubblicato il 06/giu/2014 14:01

Mose: Squinzi, Italia e' fondamentalmente un paese di onesti

Mose: Squinzi, Italia e' fondamentalmente un paese di onesti

(ASCA) - Padova, 6 giu 2014 - ''L'Italia e' fondamentalmente un paese di onesti e quindi i corrotti non devono avere assolutamente nessuno spazio''. Lo ha detto il presidente di Confindustria, Giorgio Squinzi, oggi a Padova, in merito alle recenti inchieste. ''Il problema - ha aggiunto Squinzi - e' che i casi sono tanti, prima del Mose c'e' stato l'Expo. Io mi ritengo un talebano: nelle nostre imprese non ci deve essere nessun comportamento o accettazione di pratiche che non siano assolutamente trasparenti. Confindustria deve essere intransigente: chi sbaglia deve essere espulso dal nostro sistema senza se e senza ma''.

''Io ho ereditato l'impresa da mio padre - ha concluso il presidente di Confindustria - che mi ha insegnato prima di tutto che nella vita non si devono prendere scorciatoie''.

fdm/sam/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia: liquidità al limite, tagli potrebbero salire a 400 mln
Borsa
In bilico fusione Lse-Deutsche Borse, nodo mercato titoli Stato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Viticoltura vegan cresce: in 2016 +36% richieste certificazione
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech