domenica 04 dicembre | 03:49
pubblicato il 18/ott/2013 12:00

Morelli: Italia morto che cammina? Catastrofe non ineluttabile

"Combatteremo per cambiare Paese, unire forze migliori"

Morelli: Italia morto che cammina? Catastrofe non ineluttabile

Napoli, 18 ott. (askanews) - L'Italia è vista da alcuni come "un morto che cammina", ma "combatteremo fieri e decisi", "unendo le forze migliori" perché "non crediamo a una catastrofe ineluttabile". E' la tesi esposta dal presidente dei Giovani imprenditori, Jacopo Morelli, aprendo i lavori del tradizionale meeting di Confindustria che, quest'anno, da Capri si è trasferito a Napoli. "Questi sono anni difficili, dove molte certezze vengono meno. Alcuni, anche dall'estero, vedono l'Italia come un 'morto che cammina', con un debito record al 132% del Pil, in cinque anni - ha ricordato Morelli - 90mila imprese manifatturiere in meno, larga parte della classe politica che agisce con atteggiamenti schizoidi: un giorno sembra di saggezza, l'altro di ordinaria follia". "Eppure, nonostante tutto, non crediamo a una catastrofe ineluttabile, perché - ha aggiunto il leader dei Giovani imprenditori - molto del destino e nelle nostre mani". (segue)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari