lunedì 05 dicembre | 13:59
pubblicato il 10/mar/2014 16:31

Mittel: Ad Borghesi si dimette. Riconosciuta buonuscita da 3,3 mln

(ASCA) - Roma, 10 mar 2014 - Mittel ha raggiunto un accordo con l'Ad del gruppo Arnaldo Borghesi.

''Per effetto della sottoscrizione dell'accordo, Mittel ha erogato al dott. Borghesi l'importo di euro 2.729.000 oltre a Euro 600.000 che saranno versati a titolo di corrispettivo per l'impegno di non concorrenza di durata semestrale, gia' previsto dal vigente contratto di amministrazione. Con la sottoscrizione di tale accordo, il dott. Borghesi ha altresi' rassegnato le proprie dimissioni con effetto immediato da tutte le cariche sociali ricoperte nelle societa' del Gruppo Mittel. Il dott. Borghesi si e' inoltre impegnato, al di fuori delle previsioni contemplate dal contratto di amministrazione, a prestare la propria collaborazione a favore di Mittel Advisory Spa sino al 20 giugno 2014, con specifico riferimento ad alcuni incarichi conferiti a tale societa' nel periodo in cui ha ricoperto la carica di Presidente del Consiglio di Amministrazione di Mittel Advisory'', e' scritto nella nota di Mittel com/red

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Cambi
Cambi, euro in calo sul dollaro ai minimi da 21 mesi
Titoli di Stato
Il rendimento del Btp 10 anni torna sopra il 2%
Pil
Pil, Istat: verso stabilizzazione ritmo di crescita dell'economia
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari