domenica 04 dicembre | 13:44
pubblicato il 02/ago/2013 17:42

Mise: accordo con Regione Lazio per 80 mln a rilancio area Anagni

(ASCA) - Roma, 2 ago - Accordo tra il Mise e la Regiona Lazio per il rilancio dell'area di Anagni. Oggi e' stato infatti firmato presso la sede di Via Veneto del ministero l'Accordo di Programma per il rilancio economico ed occupazionale del Sistema Locale del Lavoro di Frosinone-Anagni, che vede coinvolti 31 Comuni della Provincia frusinate. A siglare l'intesa sono stati il Ministro dello Sviluppo Economico, Flavio Zanonato, il Presidente della Regione Lazio Nicola Zingaretti, il Commissario Straordinario della Provincia di Frosinone Giuseppe Patrizi e l'A.D. di Invitalia Domenico Arcuri. A seguire, e' stato sottoscritto da Cgil Cisl Uil Ugl e Confindustria Frosinone anche un allegato relativo all'individuazione degli strumenti piu' utili ad attrarre investimenti. Ammontano complessivamente a oltre 80 milioni gli stanziamenti messi in campo da Mise e Regione Lazio insieme.

Il Ministero dello Sviluppo Economico mette a disposizione una somma di 30 milioni complessivi, da destinare al finanziamento di grandi programmi di sviluppo imprenditoriale in grado di favorire il rilancio economico e occupazionale dell'area. Si tratta di una cifra che fa parte dei 150 milioni stanziati dal cosiddetto Decreto Fare per sostenere i programmi per lo sviluppo e la riconversione di aree interessate dalla crisi di comparti produttivi o di rilevanti complessi aziendali oggetto di accordi stipulati dal Mise.

''Da oggi si riparte - ha detto il ministro Flavio Zanonato - Con la firma odierna, infatti, si apre una nuova fase di sostegno e rilancio del sistema industriale di un'area pesantemente colpita dalla crisi. Come Ministero da tempo siamo impegnati a fronteggiarla, e il Sottosegretario Claudio De Vincenti e' in prima linea nella gestione delle tante crisi aziendali del territorio. Adesso abbiamo inteso dare un forte contributo al superamento di questa difficile fase cercando di promuovere, con Invitalia, e grazie agli strumenti previsti dal dl ''fare', lo sviluppo e la riconversione di realte' produttive in serio affanno''.

L'Accordo di Programma prevede infine l'istituzione di un Comitato di coordinamento per l'attuazione dell'Accordo stesso, presieduto dal Mise e composto da 4 membri, di cui due in rappresentanza del Ministero e due in rappresentanza della Regione Lazio. Compito del comitato sara' quello di monitorare, da un punto di vista tecnico-amministrativo, le attivita' delle amministrazioni coinvolte e delle imprese beneficiarie delle agevolazioni, sovrintendendo alla verifica dell'attuazione delle misure previste dall'accordo.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari