sabato 03 dicembre | 21:24
pubblicato il 25/set/2014 16:08

Minori: iniziativa gruppo hotel Accor Italia contro turismo sessuale

(ASCA) - Roma, 25 set 2014 - In occasione della Giornata Mondiale del Turismo, sabato 27 Settembre, tutti gli alberghi Accor sul territorio nazionale esporranno una cartolina per sensibilizzare tutti i turisti alla protezione dell'infanzia nei viaggi: ''salviamo il loro futuro''. Accor Italia infatti collabora attivamente con Ecpat (End Child Prostitution, Pornography and Trafficking of Children for Sexual Purposes) nella lotta contro il turismo sessuale a danno di minori. Inoltre, grazie a questa partnership con Ecpat, Accor ha definito un programma di formazione per i propri collaboratori attraverso Acade'mie Accor Italia. I workshop e training avranno come obiettivo di informare e formare sui metodi di protezione dei minori, sui vari aspetti dello sfruttamento sessuale commerciale, sui metodi per contrastare questo grave problema e su come sensibilizzare i clienti per ridurre la violazione dei diritti dei minori.

La lotta contro il turismo sessuale, tema su cui il gruppo alberghiero e' impegnato da sempre in tutto il mondo, dal 2012 e' diventata una delle priorita' del programma mondiale di sviluppo sostenibile.

Con il lancio di Planet 21 ad aprile 2012, Accor ha, inoltre, rafforzato il proprio impegno allargando la difesa dei minori anche nei confronti dello sfruttamento sessuale commerciale.

Accor Italia, siglando la partnership con Ecpat, si unisce ad altri 36 paesi dove la collaborazione e' stata avviata gia' da tempo: Tailandia, Cambogia, Laos, Indonesia, Filippine, Vietnam, Nuova Zelanda, Fiji, Ungheria, Romania, Russia, Germania, Austria, Francia, Svizzera, Benin, Camerun, Costa d'Avorio, Ghana, Guinea, Guinea Equatoriale, Madagascar, Nigeria, Senegal, Sud Africa, Chad, Togo, Repubblica Dominicana, Brasile, Argentina, Cile, Colombia, Equador, Peru, Uruguay e Messico.

''Sono oltre 2 milioni i bambini nel mondo vittime di sfruttamento sessuale a fini commerciali. Chi opera nell'industria turistica non puo' non tenere conto di questi numeri impressionati - ha dichiarato Alessandro Arborio Mella, Direttore Risorse Umane Accor Italia -. La tutela dei minori e' per noi una priorita', e' infatti uno dei 21 impegni assunti nel nostro programma di sviluppo sostenibile Planet 21. Questa collaborazione e' un primo passo importante verso un turismo piu' responsabile in Italia. Adottare buone prassi e' un esempio concreto per il mondo alberghiero, ci permette di sensibilizzare i nostri collaboratori, partner e clienti e contribuire ad aumentare la consapevolezza che questo problema si puo' sconfiggere''.

red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari