martedì 21 febbraio | 22:43
pubblicato il 17/feb/2014 19:25

Milleproroghe: Dl verso via libera Aula Camera. Ecco le modifiche

(ASCA) - Roma, 17 feb 2014 - Il decreto milleproroghe si appresta a ricevere il via libera dell'Aula della Camera, dopo avere subito alcune modifiche, per passare poi al Senato e avere quindi l'approvazione definitiva. L'ok di Palazzo Madama dovra' arrivare prima della data della decadenza, il 28 febbraio. Con l'evolversi della situazione politica e l'ostruzionismo messo in campo dal Movimento 5 Stelle nell'approvazione degli ultimi decreti, il provvedimento, che prevede una serie di proroghe dei termini, era stato 'blindato' dalla maggioranza e avrebbe dovuto quindi ricevere il via libera senza alcun emendamento. A insistere per modificare il testo arrivato dal Senato, soprattutto i deputati di M5S e di FI. Lo scorso venerdi' la presidente della Camera, Laura Boldrini, aveva fatto appello a tutti i gruppi affinche' nel fine settimana in commissione Affari Costituzionali il Comitato dei nove raggiungesse un accordo sugli emendamenti e il Dl potesse arrivare in Aula questo pomeriggio. Oggi l'accordo e' stato raggiunto. Tra le principali modifiche che hanno avuto il via libera dal Comitato, quella che prevede la proroga, dal prossimo 30 giugno fino al 31 dicembre 2014, degli sfratti per i contratti di locazione in scadenza, come anche lo stop al trasferimento di 35 milioni dal fondo per i lavoratori esodati al finanziamento della social card. Sara' inoltre prorogata al 31 dicembre l'attuale normativa per gli Ncc (Noleggio con conducente), mentre sara' soppressa la proroga del commissario per il terremoto dell'Irpinia del 1980 e quella del commissario ai rifiuti di Palermo. Via libera anche alla norma che prevede che i ministeri dell'Economia e della Giustizia emanino un decreto per stabilire i requisiti di specializzazione necessari a un revisore dei conti perche' gli venga riconosciuta l'equipollenza con il titolo di commercialista.

Il voto di domani dovrebbe arrivare nella tarda serata ma non e' escluso che si possa andare anche al giorno dopo.

sgr/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia