martedì 06 dicembre | 17:42
pubblicato il 29/lug/2011 09:34

Milanese/ Tremonti: La casa una stupidata, ma mi sentivo spiato

"Ho accettato perchè ero controllato e pedinato" (Repubblica)

Milanese/ Tremonti: La casa una stupidata, ma mi sentivo spiato

Roma, 29 lug. (askanews) - Accettare la casa di via Campo Marzio è stata "una stupidata", fatta però per l'impressione di "spiato e pedinato". Lo afferma il ministro dell'Economia, Giulio Tremonti, parlando della vicenda dell'appartamento romano del suo ex consigliere Marco Milanese, che ha usato fino a qualche settimana fa. "Lo riconosco - dice in un colloquio con 'Repubblica' - ho fatto una stupidata. E di questo mi rammarico e mi assumo tutte le responsabilità". "Ma in quella casa - sottolinea il ministro - non ci sono andato per banale leggerezza. Il fatto è che prima ero in caserma ma non mi sentivo più tranquillo. Nel mio lavoro ero spiato, controllato, pedinato. Per questo - aggiunge - ho accettato l'offerta di Milanese".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Governo
Governo, Cgil: elezioni anticipate pericolosa fuga in avanti
Cnel
Referendum, Napoleone: popolo ha riconosciuto il ruolo del Cnel
Lego
Lego, la dinastia Kirk Kristiansen blinda il futuro dei mattoncini
Altre sezioni
Salute e Benessere
Airc finanzia ricerca per migliorare diagnosi noduli alla tiroide
Enogastronomia
Touchscreen e realtà aumentata: a Milano il supermarket del futuro
Turismo
Ponte Immacolata, per un italiano su due hotel è luogo dolce vita
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
I supermercati del futuro di Amazon: niente casse e code
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni