lunedì 16 gennaio | 18:43
pubblicato il 15/apr/2014 19:33

Micron: Fim-Cisl, 87% lavoratori dice si' ad accordo

(ASCA) - Roma, 15 apr 2014 - Si e' tenuta nelle giornate del 14 e 15 aprile la consultazione delle lavoratrici e dei lavoratori della Micron sull'ipotesi di accordo raggiunta con il gruppo Micron il 9 aprile scorso al Ministero del lavoro, alla presenza dei rappresentanti del Ministero dello Sviluppo Economico, delle Regioni e della Presidenza del Consiglio. I lavoratori hanno approvato con il'87 % di Si l'ipotesi di accordo. Per Nicola Alberta, Coordinatore nazionale Fim Cisl del gruppo Micron-STM , ''i lavoratori Micron, hanno mostrato una profonda consapevolezza della situazione ed espresso il pieno sostegno all'iniziativa sindacale e alla straordinaria mobilitazione che ha reso possibile l'accordo. I lavoratori, continua Alberta - hanno reagito con dignita' e determinazione alle scelte irresponsabili della multinazionale e hanno avuto ragione, conquistando un accordo di tutela e di prospettiva''. Le Assemblee che hanno preceduto il referendum - si legge in una nota - sono state molto partecipate e hanno visto una discussione vivace e approfondita sui contenuti dell'intesa e sulle prospettive. Non sono state nascoste le difficolta', ma la conclusione del dibattito e del successivo voto ha visto una larga convergenza a sostegno dell'intesa raggiunta dai sindacati e dal coordinamento nazionale. Con l'intesa sono stati scongiurati i 419 licenziamenti minacciati dall'azienda e sono stati ottenuti impegni per il consolidamento della presenza Micron nel nostro Paese e per la tutela dell'occupazione; 85 posizioni di lavoro recuperate in Micron, oltre a 40 opportunita' di trasferimento in sedi diverse in ambito nazionale, mentre 170 lavoratori verranno riassorbiti dalla ST Microelectronics, una delle principali aziende del settore, da cui provengono i lavoratori e le attivita' di ricerca nel campo delle memorie cedute nel 2007 a Micron. 62 invece sono le opportunita' offerte di trasferimento all'estero nell'ambito del gruppo multinazionale Micron. Viene avviato un piano di riorganizzazione con il ricorso alla Cassa integrazione per 12 mesi, nel corso del quale saranno attivate iniziative di formazione e riqualificazione e di sostegno alle ricollocazioni sul territorio. Sono previste misure di sostegno al reddito per i lavoratori sospesi e incentivazioni a fronte di adesioni volontarie ai trasferimenti e alla mobilita'. Si apre ora, conclude Alberta, una fase non meno impegnativa di gestione dell'accordo, per garantire il rispetto degli impegni e la piena tutela dei lavoratori, e la nostra determinazione non verra' meno.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Luxottica
Luxottica ed Essilor verso fusione, Luxottica vola in borsa (+13%)
Luxottica
Luxottica si unisce a Essilor, nasce leader prodotti per la vista
Cambi
Sterlina a minimi dopo crollo ottobre, cala sotto 1,2 su dollaro
Conti pubblici
Conti pubblici: Ue chiede il conto, Italia tratta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Germania in guerra contro Fca: "Richiamare 500, Doblò e Renegade"
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella, conto alla rovescia Anteprima Amarone
Turismo
A Singapore la gara di Danza del leone, caccia i cattivi spiriti
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Milano Moda Uomo, trionfo di righe e quadri da Missoni
Scienza e Innovazione
Rompicapo galattico per telescopio Hubble
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Milano, ripartono lavori prolungamento M1 fino a Monza Cinisello