sabato 25 febbraio | 02:12
pubblicato il 06/feb/2013 17:44

Metalmeccanici: Uilm, Landini e' un vero distruttore

(ASCA) - Roma, 6 feb - ''Maurizio Landini e' un vero e proprio distruttore che utilizza la crisi economica per giustificare una linea antagonista che da anni nulla a piu' a che fare col sindacato''. Lo afferma Rocco Palombella, segretario generale della Uilm , rispetto all'atteggiamento da '' candidato occulto della campagna elettorale in atto'' usato dal leader della Fiom. ''La smetta di continuare - ribadisce Palombella - a utilizzare le assemblee scorazzando in lungo e in largo nelle fabbriche, pur non avendo piu' diritto a svolgerle, dato che la sua organizzazione si e' autoesclusa, non essendo firmataria di molteplici contratti. L'obiettivo della Fiom e' continuare a fare demagogia con fini e modalita' esclusivamente di natura politico-oppositiva.

Un'organizzazione che non rinnova i contratti negli ultimi dieci anni si dovrebbe interrogare sul perche' continua ad esistere. Anziche' parlare male dei contratti firmati da organizzazioni come la nostra, dovrebbero fare un minimo di autocritica. Non ne possiamo piu' di ascoltare la demagogia ed il populismo di Landini, caratterizzato da un ipocrita vittimismo, nei consueti salotti televisivi, o nei tipici ''talk-show':si confronta sempre con politici e mai con sindacalisti di colore diverso che potrebbero dimostrare le contraddizione del suo comportamento sindacale. Mai nessuno che gli chieda conto delle sue inefficienze, ma tutti che lo usano per contrapporsi alle scelte compiute da altri. Uno schema stantio''. Il leader della Uilm si rivolge alla Fiom: ''Un'organizzazione - dice - che ha scelto di entrare in politica e' giusto che lo faccia senza tentennamenti, evitando pero' di utilizzare la sigla sindacale e le agibilita' derivanti da chi firma i contratti, per poter strumentalizzare il dramma che vivono i lavoratori. In queste ore e' come se stessero presentando il loro programma elettorale, cercando consensi su quello che non hanno fatto.

Penso che i lavoratori ne dovrebbero trarre le dovute conseguenze. I metalmeccanici della Cgil dovrebbero essere ripagati con la stessa moneta che cui verra' ripagato quel partito politico che promette senza mai fare''. red/did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Ball: accordo con sindacati condizione imprescindibile
Banche
Rbs, in nove anni 60 mld di perdite e 45 mld di aiuti di Stato
Germania
Cina primo partner commerciale della Germania: scalzati Usa
Mediaset
Mediaset a Vivendi: esposto alla Procura fondato e documentato
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech