martedì 28 febbraio | 18:18
pubblicato il 26/set/2013 17:02

Metalmeccanici: Palombella (Uilm), no a sciopero proposto dalla Fiom

(ASCA) - Roma, 26 set - ''Lo sciopero generale proposto anche alla nostra Organizzazione da Maurizio Landini, segretario generale della Fiom non ci interessa, non tanto per i temi proposti, ma perche' i metalmeccanici della Cgil finora hanno dimostrato forte irresponsabilita' nella gestione delle vicende sindacali, avversione nei nostri confronti, propensione all'azione politica e mediatica''. Lo afferma, in una nota, il segretario generale della Uilm, Rocco Palombella sottolineando che ''a nostro parere si tratta di scelte che nell'ultimo decennio hanno fortemente danneggiato l'unita' sindacale nel settore metalmeccanico ed indebolito la stessa industria nazionale. Non si puo' ritrovare all'improvviso l'intesa quando c'e' da esprimere un no plateale, dopo che la Fiom ha scelto la strada della separazione e dell'antagonismo proprio nei momenti in cui avrebbe dovuto esprimere dei si' per il bene dei lavoratori''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit può costare cara all'Italia sul contibuto al bilancio Ue
Generali
Generali, Donnet: le prospettive sui conti vanno benissimo
Welfare
Inps: al via nuovo piano assistenza per 30mila non autosufficienti
Inflazione
L'inflazione accelera, a febbraio all'1,5% ai massimi da 4 anni
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ricerca, nanocubi per la diagnosi precoce di Alzheimer e Parkinson
Motori
La Turbo S E-Hybrid diventa modello più potente Porsche Panamera
Enogastronomia
Premio Ercole Olivario, in gara 174 etichette da 17 Regioni
Turismo
Favara: apre l'Alba Palace: quattro stelle di cultura e tradizione
Energia e Ambiente
E.ON:Per 6 italiani su 10 ideale per la casa è l'energia solare
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Spazio, ExoMars: Tgo si prepara a nuovi test degli strumenti
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech