lunedì 05 dicembre | 05:39
pubblicato il 18/set/2014 18:11

Meridiana, Tarlazzi (Uilt): no assistenzialismo ma tutela occupazione

Per il sindacalista serve un confronto aperto tra azienda e istituzioni. (ASCA) - Roma, 18 set 2014 - ''Siamo assolutamente convinti che la cassa integrazione non possa essere il fine ma l'ultimo stadio di tutela. Con questo vogliamo evidenziare la necessita' di un confronto aperto con azienda e istituzioni, per troppo tempo rimandato, che dia la possibilita' di misurarsi su proposte alternative a quelle enunciate dall'Azienda e sostanziate dall'apertura della procedura di mobilita'''. Lo afferma in una nota il segretario generale della Uiltrasporti Claudio Tarlazzi, in merito alla vertenza Meridiana.

''Un confronto indispensabile - aggiunge Tarlazzi - per avere contezza del piano industriale di Meridiana, che sia un piano di rilancio e non di chiusura della Compagnia, per poter individuare delle proposte alternative che riducano fortemente l'impatto degli esuberi''.

''Giova ricordare - conclude Tarlazzi - che stiamo parlando di un problema occupazionale che in Sardegna e' gia' significativo e della connettivita' della Regione col resto del Continente. Ragion per cui il problema deve essere affrontato da tutti con la massima responsabilita' e disponibilita'''.

com-sen

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari