domenica 22 gennaio | 07:55
pubblicato il 08/ago/2013 12:31

Mef: frodi su carte pagamento -3% nel 2012. Italia paese sicuro

Mef: frodi su carte pagamento -3% nel 2012. Italia paese sicuro

(ASCA) - Roma, 8 ago - Diminuisce complessivamente anche nel 2012 in Italia il tasso di incidenza delle frodi sulle carte di pagamento. Lo rende noto l'annuale ''Rapporto statistico sulle frodi con le carte di pagamento'' elaborato dal Dipartimento del Tesoro secondo cui pagare con bancomat, carte di credito e carte prepagate in Italia sta diventando sempre piu' sicuro.

In valori assoluti si sono registrate 266.966 ''transazioni non riconosciute'' per un valore di quasi 55 milioni di euro contro le 284.339 registrate nel 2011 corrispondenti a circa 52 milioni di euro di valore. Cifre importanti ma che risultano essere molto al di sotto dei valori riscontrati in altri paesi europei.

Il tasso di frode per l'Italia nel 2012 (valore del frodato sul totale delle transazioni effettuate) risulta pari a 0,0190% (in diminuzione, rispetto al tasso del 2011, del 2,8%), molto inferiore all'analogo valore di UK (0,077%), Francia (0,065%) e Australia (0,043%). Oltre al valore, anche rispetto al numero delle transazioni il fenomeno risulta in calo. La frequenza di operazioni non riconosciute nel 2012 sul totale delle transazioni effettuate infatti e' pari allo 0,0104%, circa il 14% in meno sul 2011.

Rispetto ai canali utilizzati, quello Internet risulta in crescita anche nel 2012 rispetto agli altri due presi in esame dal Rapporto - ovvero Prelievi ATM e POS - che risultano comunque ancora i canali piu' diffusi di utilizzo delle carte con, di conseguenza, un'incidenza maggiore del tasso di frodi. All'interno del canale Internet, e' in particolare nelle transazioni con l'estero che il fenomeno delle frodi cresce maggiormente nel 2012, soprattutto in relazione alla categoria merceologica Travel - Air/Rail/Road e con una forte concentrazione nella sotto-categoria Airlines (biglietti aerei) in termini sia di numero sia di valore.

Circa le modalita' attraverso le quali la frode viene perpetrata, il Rapporto mostra, anche nel 2012, una prevalenza della contraffazione (clonazione) rispetto alle altre casistiche, anche se bisogna sottolineare che l'utilizzo della carta in internet si sta rapidamente avvicinando ai valori della carta contraffatta. Negli altri paesi invece, dove i pagamenti online su Internet sono piu' diffusi, la modalita' di frode piu' comune e' gia' collegata a questo mezzo.

com-sen/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4