domenica 22 gennaio | 02:56
pubblicato il 17/lug/2014 16:13

Mediobanca: Patto al 31%. Unicredit e Bollore' indicano vicepresidenti

(ASCA) - Roma, 17 lug 2014 - Sottoscritto il nuovo Patto di sindacato di Mediobanca, a cui aderiscono 19 azionisti di Piazzetta Cuccia con quote sindacate pari al 31,06% del capitale, il precedente Patto era al 30,51%.

Il Patto, in occasione dell'assemblea dei soci chiamata a rinnovare gli organi statutari di governo della societa' provvedera' a presentare la lista dei consiglieri da eleggere con al primo posto il nominativo designato alla carica di Presidente, al secondo il designato alla carica di Amministratore Delegato, quindi gli altri scelti ai sensi di Statuto tra i dirigenti della Banca quindi via via tutti gli altri, accogliendo in linea di principio, le indicazioni dei partecipanti su base proporzionale alle quote di partecipazione all'Accordo.

Il Patto prevede che i suoi due maggiori azionisti, cioe' Unicredit (8,65% del capitale di Mediobanca e 27,86% del Patto) ed il Gruppo Financiere du Perguet (7,01% di Mediobanca e 22,58% del Patto), che fa capo al finanziere francese Vincent Bollore, indichino, nella lista dei consiglieri, i due Vicepresidenti.: il primo disegnato direttamente da Unicredit, il secondo da tutti gli altri azionisti del Patto su proposta del gruppo Bollore'.

L'approvazione della lista richiede la maggioranza dei due terzi delle azioni. Qualora l'Assemblea dei partecipanti non fosse in grado diapprovare la lista con la maggioranza richiesta ogni partecipante o gruppo di partecipanti avra' la facolta' di presentare una propria lista. Nel caso la lista venga approvata a maggioranza ipartecipanti dissenzienti non avranno invece la facolta' di presentare una propria lista, ferma restando la piena liberta' di espressione del voto in Assemblea dei soci di Mediobanca. La durata del Patto e' fino al 31 dicembre 2015 e si rinnova automaticamente per periodi di 2 anni, fra i partecipanti che non ne abbiano dato disdetta almeno tre mesi prima della scadenza originaria o prorogata, a condizione che essi rappresentino almeno il 25% del capitale di Mediobanca. Il Patto e' stato anche semplificato abolendo la precedente divisione in tre gruppi dei soci aderenti al Patto.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Carrefour
Carrefour annuncia 500 esuberi e i sindacati preparano scioperi
Alimenti
Obbligo di indicazione di origine sui latticini: ecco il vademecum
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4