martedì 21 febbraio | 17:27
pubblicato il 17/lug/2014 16:13

Mediobanca: Patto al 31%. Unicredit e Bollore' indicano vicepresidenti

(ASCA) - Roma, 17 lug 2014 - Sottoscritto il nuovo Patto di sindacato di Mediobanca, a cui aderiscono 19 azionisti di Piazzetta Cuccia con quote sindacate pari al 31,06% del capitale, il precedente Patto era al 30,51%.

Il Patto, in occasione dell'assemblea dei soci chiamata a rinnovare gli organi statutari di governo della societa' provvedera' a presentare la lista dei consiglieri da eleggere con al primo posto il nominativo designato alla carica di Presidente, al secondo il designato alla carica di Amministratore Delegato, quindi gli altri scelti ai sensi di Statuto tra i dirigenti della Banca quindi via via tutti gli altri, accogliendo in linea di principio, le indicazioni dei partecipanti su base proporzionale alle quote di partecipazione all'Accordo.

Il Patto prevede che i suoi due maggiori azionisti, cioe' Unicredit (8,65% del capitale di Mediobanca e 27,86% del Patto) ed il Gruppo Financiere du Perguet (7,01% di Mediobanca e 22,58% del Patto), che fa capo al finanziere francese Vincent Bollore, indichino, nella lista dei consiglieri, i due Vicepresidenti.: il primo disegnato direttamente da Unicredit, il secondo da tutti gli altri azionisti del Patto su proposta del gruppo Bollore'.

L'approvazione della lista richiede la maggioranza dei due terzi delle azioni. Qualora l'Assemblea dei partecipanti non fosse in grado diapprovare la lista con la maggioranza richiesta ogni partecipante o gruppo di partecipanti avra' la facolta' di presentare una propria lista. Nel caso la lista venga approvata a maggioranza ipartecipanti dissenzienti non avranno invece la facolta' di presentare una propria lista, ferma restando la piena liberta' di espressione del voto in Assemblea dei soci di Mediobanca. La durata del Patto e' fino al 31 dicembre 2015 e si rinnova automaticamente per periodi di 2 anni, fra i partecipanti che non ne abbiano dato disdetta almeno tre mesi prima della scadenza originaria o prorogata, a condizione che essi rappresentino almeno il 25% del capitale di Mediobanca. Il Patto e' stato anche semplificato abolendo la precedente divisione in tre gruppi dei soci aderenti al Patto.

red/men

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ictus, movimento e linguaggio tra le funzioni più colpite
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Olio extravergine, a Sol d'Oro Emisfero Nord Italia batte Spagna 12 a 3
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia