giovedì 23 febbraio | 10:41
pubblicato il 15/feb/2011 18:32

Mediaset/ Giù in Borsa (-1,2%) con notizia rinvio Berlusconi

Tocca i minimi dopo notizia, poi recupera e chiude a 4,79 euro

Mediaset/ Giù in Borsa (-1,2%) con notizia rinvio Berlusconi

Milano, 15 feb. (askanews) - Seduta in rosso per Mediaset nel giorno della richiesta di giudizio immediato per Silvio Berlusconi, azionista di controllo del gruppo attraverso Fininvest, per i reati di concussione e prostituzione minorile nell'ambito della vicenda Ruby. Le azioni, che viaggiavano sulla parità, si sono portate in territorio negativo dopo la diffusione della notizia, fino a perdere il 2%, per poi recuperare qualcosa e chiudere in calo dell'1,19% a 4,79 euro. "Sul titolo ha pesato l'impatto del rinvio a giudizio di Berlusconi, ma è un impatto puramente psicologico", commentano dalle sale operative. In un report odierno, Mediobanca ha fissato in 6,27 euro il target price sul titolo, con rating outperform, spiegando che i prezzi correnti non riflettono una valutazione accurata della società.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps, Pagani: ancora qualche settimana con Ue, siamo positivi
Alitalia
Alitalia, Uilt: pronti a nuovi scioperi, domani confermato
Alitalia
Alitalia, domani sciopero di 4 ore. Sindacati pronti a nuovi stop
Intesa Sp
Intesa Sp, Gros-Pietro: Generali non ha chiesto ingresso in Cda
Altre sezioni
Salute e Benessere
Carnevale, allarme dermatologi: attenzione a trucchi e maschere
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
150 ettari oliveto sul mare a Menfi, prende vita progetto Planeta
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Una legge per istituire la Giornata del risparmio energetico
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
A Tallinn in Estonia un robot fattorino fa consegne a domicilio
TechnoFun
La Cina leader nel mondo delle app per abbellire i selfie
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech