martedì 06 dicembre | 09:37
pubblicato il 05/ott/2013 11:10

Media: Telecom e spagnoli, l'Italia che perde pezzi

(ASCA) - Roma, 5 ott - L'Italia che perde pezzi, Telecom alla Spagna: il parere ad Angelo Raffaele Meo esperto di questo delicato settore economico. E' quanto pubblica la news letter Media Duemila in corso di distribuzione.

''Sono da sempre contrario alla liberazione nel settore delle reti di comunicazioni, come nelle reti di ogni altro settore determinante per l'economia di un Paese. La ragione sta nel fatto che nei settori industriali piu' importanti vigono le economie di scala, di cui se ne parla spesso, ma se ne capisce poco. Spiego perche': se A possiede da solo un telefono non succede nulla. Se i possessori sono 2 (A e B) e' prevedibile almeno una telefonata al giorno. Se diventano 3 (A, B, C) le telefonate al giorno saranno tre. Facendo i conti si scopre che il numero delle telefonate fatte, cioe' il fatturato di una azienda di telecomunicazioni cresce come il quadrato del numero degli utenti. Se una societa' ha i clienti pari al 40% del mercato, ed un'altra arriva solo al 20% dello stesso mercato, il fatturato della prima e' pari a 4 volte quello della seconda. Questo significa che la prima puo' fare investimenti che all'altra sono preclusi. Nel mercato di telecomunicazioni cosi' come in altri comparti industriali c'e' spazio per un solo operatore e uno soltanto''.

Solo un operatore, nessuna concorrenza? ''Se l'operatore e' unico chiaramente penso allo Stato, perche' per definizione e' piu' attento agli interessi collettivi''.

Possiamo immaginare di cancellare una privatizzazione e tornare indietro? ''No certo, ma una cosa puo' ancora essere fatta. Lo scorporo delle infrastrutture trasmissive da affidare a mani pubbliche e solo pubbliche. Lasciando ai privati il comparto della fornitura del servizio, realizzabili su queste infrastrutture''. I dati come criticita'...

''Sicuramente si, non si puo' affidare a entita' diverse dallo Stato la gestione di dati sensibili dal punto di vista della sicurezza. Tuttavia non e' questa la questione centrale, perche' se si studiasse un po' di piu', la sicurezza si puo' attuare anche su una rete posseduta da altri. La questione centrale e' economica. Si perde indipendenza strategica dal punto di vista economico''.

http://www.mediaduemila.it/?p=14579.

m2/ram

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Casa
Ag. Entrate: mercato immobiliare in rialzo, nel III trim. +17,8%
Riforme
Referendum, i mercati puntano su nuovo governo in tempi rapidi
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Festa a Roma con Heinz Beck per i 30 anni del Gambero Rosso
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari