giovedì 08 dicembre | 03:24
pubblicato il 09/set/2016 11:19

Marcia indietro Ue su proposta che limitava stop a costi roaming

Juncker ordina di elaborarne una nuova

Marcia indietro Ue su proposta che limitava stop a costi roaming

Bruxelles, 9 set. (askanews) - Clamoroso marcia indietro della Commissione europea alle proposte di normazione del dichiarato bando ai costi sul roaming internazionale, che scatterà tra i Paesi dell'Ue da metà 2017. Nei giorni scorsi Bruxelles aveva presentato una proposta che, con l'obiettivo di evitare abusi, di fatto ridimensonava questa messa al bando, imponendo alle compagnie telefoniche solo l'obbligo di garantire l'esenzione dai costi di roaming per "almeno" 90 giorni l'anno.

La proposta aveva suscitato non poche critiche. Ora, con una nota, l'esecutivo comunitario ha annunciato che il presidente Jean-Claude Juncker ha ordinato di ritirare la proposta e di elaborarne una nuova. (fonte Afp)

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni