mercoledì 22 febbraio | 00:29
pubblicato il 02/ott/2014 19:28

Marchionne:su art.18 non è conflitto sociale, solo con sindacati

"Paese non è Camusso. Vero problema sono i giovani senza lavoro"

Marchionne:su art.18 non è conflitto sociale, solo con sindacati

Parigi, 2 ott. (askanews) - Non c'è il rischio di un conflitto sociale sull'articolo 18, perchè l'unico scontro è tra il governo e i sindacati. Lo ha affermato l'amministratore delegato di Fiat-Chrysler, Sergio Marchionne, in una conferenza stampa al salone dell'auto. "Quale conflitto sociale? - ha detto Marchionne - è un conflitto tra il sindacato e il governo. Non è un conflitto sociale: ci sono delle parti che hanno interesse a proteggere alcuni elementi e la struttura".

"Quando andiamo a rompere le scatole - ha sottolineato il numero uno del Lingotto - qualcuno reagisce, ma questo non significa che rappresenta l'intero problema della classe lavorativa del paese. Chi l'ha detto? La Camusso? Ma che scherziamo? Il paese - ha aggiunto - è molto più profondo di questo: vedere i giovani che non riescono a trovare un posto di lavoro rompe l'anima".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Moda
La moda porta a Milano 1,7 mld al mese, un terzo viene da estero
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Taxi
Taxi, Delrio: si lavora insieme se non ci sono violenza e minacce
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Peroni Senza Glutine sul podio del World Gluten Free Beer Award
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Il mondo in coda: strade sempre più trafficate, anche in Italia