venerdì 02 dicembre | 23:38
pubblicato il 04/mar/2014 12:00

Marchionne: taglio cuneo dovuto, Jobs act non ci influenzerà

Abbiamo accordo con sindacati, ci permettono portare avanti scelte

Marchionne: taglio cuneo dovuto, Jobs act non ci influenzerà

Ginevra, 4 mar. (askanews) - La riduzione del cuneo fiscale "è dovuta da molto tempo anche per incoraggiare il sistema economico", mentre il Jobs act annunciato dal premier Matteo Renzi "non ci influenzerà" perché "abbiamo un accordo con i sindacati che ci permettono di portare avanti le nostre scelte". Lo ha detto l'amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, al Salone dell'auto di Ginevra. Secondo l'ad di Fiat il taglio del cuneo fiscale è importante affinché il sistema economico possa "andare avanti". Sul Jobs act, Marchionne ha aggiunto di "non voler minimizzare ciò che sta facendo il presidente del Consiglio, ma ne capisco la necessità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Eni
Eni: cessato allarme incendio nella raffineria di Sannazzaro
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari