mercoledì 18 gennaio | 11:25
pubblicato il 04/mar/2014 12:00

Marchionne: taglio cuneo dovuto, Jobs act non ci influenzerà

Abbiamo accordo con sindacati, ci permettono portare avanti scelte

Marchionne: taglio cuneo dovuto, Jobs act non ci influenzerà

Ginevra, 4 mar. (askanews) - La riduzione del cuneo fiscale "è dovuta da molto tempo anche per incoraggiare il sistema economico", mentre il Jobs act annunciato dal premier Matteo Renzi "non ci influenzerà" perché "abbiamo un accordo con i sindacati che ci permettono di portare avanti le nostre scelte". Lo ha detto l'amministratore delegato di Fiat, Sergio Marchionne, al Salone dell'auto di Ginevra. Secondo l'ad di Fiat il taglio del cuneo fiscale è importante affinché il sistema economico possa "andare avanti". Sul Jobs act, Marchionne ha aggiunto di "non voler minimizzare ciò che sta facendo il presidente del Consiglio, ma ne capisco la necessità".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Mutui
Mutui, Abi: a dicembre tassi interesse al 2,02%, minimo storico
Economia estera
Il presidente cinese Xi va a Davos a difendere il libero scambio
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa