venerdì 24 febbraio | 16:49
pubblicato il 30/ago/2014 12:00

Marchionne: Paese non può aspettare, rischia brutta impennata

Molto dipende dagli imprenditori

Marchionne: Paese non può aspettare, rischia brutta impennata

Rimini, 30 ago. (askanews) - "Il paese non può più aspettare e "potrebbe prendere una brutta impennata". Lo ha detto l'amministratore delegato di Fiat Chrysler, Sergio Marchionne, al Meeting di Cl. "Ieri c'è stato il messaggio negativo del presidente di Confindustria Squinzi. Io cerco di guardare all'aspetto più positivo. Noi ci siamo mossi per tempo nel 2010, ma ora non possiamo più aspettare, la situazione si aggrava e con i livelli di disoccupazione che ci sono il Paese potrebbe prendere una brutta impennata". "Credo dipenda molto dagli impegni degli imprenditori", ha aggiunto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Alitalia
Alitalia, sindacati: adesione sciopero unanime, azienda tratti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide:asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech