domenica 04 dicembre | 13:48
pubblicato il 30/ago/2014 12:00

Marchionne: Paese non può aspettare, rischia brutta impennata

Molto dipende dagli imprenditori

Marchionne: Paese non può aspettare, rischia brutta impennata

Rimini, 30 ago. (askanews) - "Il paese non può più aspettare e "potrebbe prendere una brutta impennata". Lo ha detto l'amministratore delegato di Fiat Chrysler, Sergio Marchionne, al Meeting di Cl. "Ieri c'è stato il messaggio negativo del presidente di Confindustria Squinzi. Io cerco di guardare all'aspetto più positivo. Noi ci siamo mossi per tempo nel 2010, ma ora non possiamo più aspettare, la situazione si aggrava e con i livelli di disoccupazione che ci sono il Paese potrebbe prendere una brutta impennata". "Credo dipenda molto dagli impegni degli imprenditori", ha aggiunto.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari