sabato 03 dicembre | 18:50
pubblicato il 24/set/2012 19:17

Marchionne: nessuno straniero verrà in aiuto dell'auto italiana

Il numero uno del Lingotto: governo ci aiuti a rimuovere zavorre

Marchionne: nessuno straniero verrà in aiuto dell'auto italiana

Torino (askanews) - Nessun'impresa straniera è intenzionata a correre in aiuto della Fiat in Italia, lo ha detto l'amministratore delegato del Lingotto, Sergio Marchionne, parlando all'assemblea dell'Unione degli industriali di Torino. La colpa, ha continuato Marchionne, è di quelle zavorre che ancorano il nostro paese al passato per rimuovere le quali il Governo dovrebbe fare la sua parte. La posizione del governo l'ha ribadita, invece, il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, collegata con Torino in videoconferenza.Quanto all'ipotesi di un ingresso in Italia della Volkswagen, Marchionne si è detto pronto ad accettare la presenza della Casa tedesca ma ha ribadito, a suo modo, che l'azienda italiana non è "terra di conquista".

Gli articoli più letti
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Disturbi del sonno? 10 regole ambientali per dormire meglio
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari