giovedì 23 febbraio | 19:35
pubblicato il 24/set/2012 19:17

Marchionne: nessuno straniero verrà in aiuto dell'auto italiana

Il numero uno del Lingotto: governo ci aiuti a rimuovere zavorre

Marchionne: nessuno straniero verrà in aiuto dell'auto italiana

Torino (askanews) - Nessun'impresa straniera è intenzionata a correre in aiuto della Fiat in Italia, lo ha detto l'amministratore delegato del Lingotto, Sergio Marchionne, parlando all'assemblea dell'Unione degli industriali di Torino. La colpa, ha continuato Marchionne, è di quelle zavorre che ancorano il nostro paese al passato per rimuovere le quali il Governo dovrebbe fare la sua parte. La posizione del governo l'ha ribadita, invece, il ministro del Lavoro, Elsa Fornero, collegata con Torino in videoconferenza.Quanto all'ipotesi di un ingresso in Italia della Volkswagen, Marchionne si è detto pronto ad accettare la presenza della Casa tedesca ma ha ribadito, a suo modo, che l'azienda italiana non è "terra di conquista".

Gli articoli più letti
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
Peugeot
Peugeot, Tavares: con Opel creiamo un campione europeo
Generali
Generali,de Courtois: da estero e Cina 60% risultati e cresceranno
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
I 7 gemelli della Terra: il parere dell'astronauta Maurizio Cheli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech