venerdì 24 febbraio | 12:01
pubblicato il 16/dic/2011 19:08

Manovra/ Rehn:Ulteriori sforzi? Per ora no, vedremo in primavera

Misure già decise basate su previsioni economiche novembre

Manovra/ Rehn:Ulteriori sforzi? Per ora no, vedremo in primavera

Bruxelles, 16 dic. (askanews) - La manovra finanziaria varata dal governo Monti è "molto convincente", perché "corretta e solida", anche se c'è ancora molto da fare sul fronte delle liberalizzazioni; il pacchetto di misure ha messo il bilancio italiano finalmente su "un percorso stabile", dopo gli "ondeggiamenti" ('twists') di agosto del governo precedente, e non sarà necessaria - per ora e almeno fino alla primavera - nessuna correzione in caso di recessione nel 2012, perché le misure "sono fondate su stime di crescita molto realistiche". Lo ha affermato oggi a Bruxelles il commissario Ue agli Affari economici e monetari, Olli Rehn, in un incontro con la stampa italiana. A chi gli chiedeva se le prospettive di recessione sempre più probabile nel 2012 richiederanno un adeguamento con ulteriori misure, Rehn ha rispsoto che la manovra "è corretta e solida, perché è basata sugli assunti molto realistici delle Previsioni economiche d'autunno" pubblicate in novembre dalla Commissione europea. "L'accordo con Mario Monti - ha spiegato il commissario - era che avremmo preso queste cifre realistiche delle Previsioni d'autunno come scenario, e la manovra, per assicurare il consguimento degli obiettivi di bilanio (il pareggio nel 2013, ndr) va al di là del necessario secondo questo riferimento. Vedremo in primavera (quando la Commissione pubblicherà le sue prossime previsioni economiche, ndr) quale sarà stata l'evoluzione della crescita, e se questa avrà possibili conseguenze sugli obiettivi di bilancio". Rehn ha praticamente escluso che l'Italia sarà interessata dalle prime decisioni che la Commissione prenderà in gennaio, in applicazione dei nuovi strumenti comunitari per l'imposizione della disciplina di bilancio ('Six Pack'). "Se necessario a gennaio faremo delle proposte per cinque paesi: Belgio, Cipro, malta, Ungheria e Polonia", ha annunciato il commissrio. Quanto all'Italia, ha insistito, "faremo la nostra valutazione in primavera, con le prossime previsioni economiche; Dobbiamo avere stabilità, e con questa manovra - ha concluso - c'è abbastanza sicurezza di conseguire gli obiettivi di bilancio".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
Mps
Mps, Ft: Bruxelles e Bce divise sul salvataggio
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech