sabato 03 dicembre | 11:05
pubblicato il 08/dic/2011 17:53

Manovra/ Governo taglia stime Pil: +0,6% in 2011, -0,4% in 2012

Nel 2013 torna segno positivo, +0,3%. Nel 2014 crescita a +1%

Manovra/ Governo taglia stime Pil: +0,6% in 2011, -0,4% in 2012

Roma, 8 dic. (askanews) - Il governo taglia le stime del Pil per quest'anno e i prossimi anni: nel 2011 la crescita dell'economia italiana frenerà a +0,6%, nel 2012 andrà in segno negativo con un -0,4%, nel 2013 tornerà in territorio positivo con un aumento del Pil dello 0,3%, per poi tornare a crescere dell'1% soltanto nel 2014. il quadro delle previsioni macroeconomiche aggiornato e trasmesso al Parlamento con la manovra. Secondo le ultime previsioni indicate dal vecchio governo nella Nota di aggiornamento al Def di settembre, la crescita dell'economia sarebbe dovuta essere dello 0,7% quest'anno, dello 0,6% il prossimo, dello 0,9% nel 2013 e dell'1,2% nel 2014.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Banche
Banche: stop Consiglio Stato a riforma popolari, rinvio Consulta
Mps
Mps, adesioni a conversione bond superano 1 miliardo
Italia-Russia
Putin a Pietroburgo inaugura alta velocità, dopo visita Renzi
Ilva
Ilva, accordo con la famiglia Riva: disponibili oltre 1,3 mld
Altre sezioni
Salute e Benessere
Medici: atleti tendono a sovrastimare problemi cardiovascolari
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari