mercoledì 18 gennaio | 16:06
pubblicato il 14/set/2011 17:00

Manovra/ Domani la protesta di Regioni, Province e Comuni

Restituiranno alcune deleghe. Si incrina il fronte dei sindaci

Manovra/ Domani la protesta di Regioni, Province e Comuni

Roma, 14 set. (askanews) - Regioni, Province e Comuni sul piede di guerra contro la manovra scaldano i motori in vista delle mobilitazioni comuni in programma per domani per protestare contro un provvedimento iniquo che taglia i servizi fondamentali per i cittadini. Contestualmente alla mobilitazione, le Regioni consegneranno i contratti relativi al trasporto pubblico locale, mentre i sindaci restituiranno ai prefetti le proprie deleghe sulle funzioni di anagrafe e stato civile e apriranno le porte dei Municipi ai cittadini per informarli sugli effetti della manovra. Si tratta di iniziative, sottolineano, per sollecitare il governo a rivedere i pensanti tagli ai trasferimenti. L'agenda prevede per domani alle 10 una riunione straordinaria della Conferenza delle Regioni e delle Province autonome, convocata dal presidente Vasco Errani. Nel pomeriggio, invece, dovrebbe svolgersi un incontro con il ministro per i Rapporti con le Regioni, Raffaele Fitto. In quella sede i governatori dovrebbero riconsegnare i contratti. Sempre per domani dalle 11 alle 14 si svolgerà l'Assemblea straordinaria delle Province (partecipano anche Regioni e Comuni) a piazza Montecitorio. L'Upi, oltre a protestare contro i tagli previsti dal decreto, manifesta anche contro un progetto di abolizione delle Province "confuso e che non prevede una riforma organica del Paese". "Stiamo vivendo un momento drammatico della vita del Paese - sostiene il presidente dell'Upi Giuseppe Castiglione - la crisi economica, il forte malessere diffuso tra i cittadini, il vento del populismo e della demagogia che in questa fase trova facilmente consenso, si ripercuote direttamente sulla capacità di tenuta del sistema Paese. Per questo la giornata di mobilitazione di domani è decisiva, perché in questa occasione Regioni, Province e Comuni insieme, dopo avere fatto valere ancora una volta le ragioni della protesta, confermeranno e daranno nuova forza alla piattaforma di proposte unitaria definita nei giorni scorsi". Anche i municipi d'Italia riuniranno i propri organi. E nonostante si tratti di una protesta simbolica senza interruzione dei servizi, il fronte finora compatto dei sindaci sembra iniziare a incrinarsi con alcuni primi cittadini che hanno deciso di non aderire allo sciopero perchè mette a rischio i servizi per i cittadini. Alla mobilitazione, si uniranno una serie di altre iniziative, tra le quali il ricorso alla Corte costituzionale contro gli articoli 4 e 16 della manovra, ovvero quelli che obbligano i Comuni alla dismissione delle società partecipate e che intervengono sull'organizzazione istituzionale dei 5.800 piccoli Comuni sugli 8 mila totali. "La mancanza da parte del governo di una leale collaborazione - spiega il vicepresidente dell'Anci Graziano Delrio - ci obbliga a continuare nella nostra mobilitazione contro una manovra iniqua e dannosa per i cittadini e per il Paese. I servizi ai cittadini saranno compromessi in modo irreversibile, mentre il Paese resta in stagnazione, il Patto di stabilità ci strangola e non ci viene consentito di utilizzare 40 miliardi di residui passivi, che sarebbero una manna per la ripresa economica". L'Anci darà inoltre il via a un'iniziativa bipartisan nel tentativo di fare approvare al Parlamento un ordine del giorno che impegni il governo a istituire una Commissione mista per il riassetto istituzionale, con la partecipazione degli enti locali. Nel contempo verrà richiesto un immediato incontro al governo sul decreto legge costituzionale sul pareggio di bilancio.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Economia estera
Il presidente cinese Xi va a Davos a difendere il libero scambio
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute, arriva dagli Usa il "Piatto unico bilanciato"
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Milano Moda, l'uomo disinvolto e sicuro di Armani
Scienza e Innovazione
Trasporto su rotaia, dal 2020 si viaggerà a levitazione magnetica
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina