venerdì 09 dicembre | 18:40
pubblicato il 28/giu/2011 16:07

Manovra/ Da gennaio donne in pensione a 61 anni, 65 anni in 2020

Sacconi smentisce: Ipotesi infondate

Manovra/ Da gennaio donne in pensione a 61 anni, 65 anni in 2020

Roma, 28 giu. (askanews) - Scatta l'aumento graduale dell'età di pensionamento delle donne sia pubbliche che del settore privato fino a arrivare a 65 anni nel 2020. E' quanto prevede la bozza della manovra economica del governo. A partire dal 2012 il requisito anagrafico di sessanta anni viene aumentato di un anno e le lavoratrici potranno lasciare il lavoro a 61 anni. Tali requisiti anagrafici sono ulteriormente incrementati di un anno, a partire dal primo gennaio 2014, e poi un anno ogni biennio fino ad arrivare a 65 anni nel 2020. Le donne che hanno maturato entro il 31 dicembre 2011 i requisiti d'età e di anzianità contributiva previsti dalle norme vigenti avranno il diritto ad andare in pensione secondo le vecchie regole. Ipotesi smentite dal ministro del Lavoro, Maurizio Sacconi, che le ha giudicate "infondate".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Natale
Coldiretti: alberi di Natale in 9 case su 10
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Galà di solidarietà per Amatrice a Villa Glori
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Usa, Pecoraro Scanio: nomina Pruitt a Epa pericolo per l'Ambiente
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina