domenica 04 dicembre | 11:58
pubblicato il 29/ago/2011 07:59

Manovra/ Bonanni: Se aumentano l'Iva sarà scontro

Al Corsera: Aumento va fatto solo in ambito riforma fisco

Manovra/ Bonanni: Se aumentano l'Iva sarà scontro

Roma, 29 ago. (askanews) - Se il governo aumenta l'Iva "sarà scontro". E' il leader della Cisl Raffaele Bonanni a scendere sul sentiero di guerra, in una intervista a Il Corriere della Sera. "Se il governo corregge la manovra aumentando l'Iva entra in rotta di collisione con la Cisl e credo anche con la Uil", dice il segretario generale, e aggiunge: "per la Cisl e la Uil il fisco è la vertenza delle vertenze e quindi non facciamo sconti", dice a poche ore dal vertice di Arcore tra il premier Silvio Berlusconi e il leader della Lega Umberto Bossi proprio per raggiungere un accordo sulla manovra. "Ho sempre detto - precisa Bonanni - che l'aumento dell'Iva andava fatto nell'ambito della riforma del fisco, per spostare il prelievo dalle prsone alle cose, cioè in cambio dell'alleggerimento dell'Irpef sui lavoratori dipendenti e i pensionati, che oggi sono gli unici a subire la progressività del sistema fiscale. Tra l'altro, l'aumento dell'Iva lo chiede all'Italia anche la commissione europea perché realizza un prelievo più equo: alla fine chi più consuma più paga l'Iva, quindi i più ricchi, compresi gli evasori".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari