sabato 10 dicembre | 08:46
pubblicato il 02/mar/2011 18:13

Maltempo/Gravi disagi aziende Marche,colpo grazia economia -Punto

10 mln danni a coltivazioni. Ferme Barilla e molte altre imprese

Maltempo/Gravi disagi aziende Marche,colpo grazia economia -Punto

Roma, 2 mar. (askanews) - Grandi disagi a causa del maltempo alle aziende, alle coltivazioni e a tutto il tessuto produttivo delle Marche, dove al momento si contano ben 10 milioni di euro di danni nelle campagne marchigiane a causa delle violente piogge e delle nevicate. Una situazione "disastrosa" che ha bloccato tantissime imprese dando il "colpo di grazia" all'economia della regione già provata dalla crisi. Una stima complessiva della perdita economica al momento non è quantificabile, ha spiegato a TMNews il presidente della Confcommercio Marche Igino Cacciatori, perchè "l'allerta resta alta per le prossime 48-72 ore". "In tutta la Val d'Ete e anche nell'entroterra c'è una situazione disastrosa - ha detto Cacciatori - molte aziende come la Barilla sono state costrette a fermarsi". Le imprese bloccate, ha riferito, "sono quasi tutte sulla Val d'Ete perchè c'è un insediamento industriale a ridosso del fiume". La Val d'Ete è la zona in provincia di Fermo con il più alto numero di piccole e medie aziende, prevalentemente calzaturifici, ed è anche l'area dove risiede lo stabilimento produttivo della Tod's. Il gruppo guidato dall'imprenditore Diego Della Valle ha comunicato di non aver subito danni dal maltempo nello stabilimento marchigiano in quanto le esondazioni e le alluvioni hanno interessato il paese di Casette d'Ete, ma non la zona industriale, in cui si trovano la sede principale e lo stabilimento produttivo del gruppo. Diversamente è andata alla Barilla di Ascoli Piceno dove cinquanta operai sono rimasti bloccati all'interno del sito produttivo, poi tratti in salvo da un complesso intervento di soccorso. L'attività dell'azienda, così come di altre imprese della zona industriale di Campolungo alla periferia di Ascoli, è attualmente ferma a causa degli allagamenti. Anche nel fermano molte aziende "sono in fortissimo disagio" anche se al momento, secondo quanto ha riferito a TMNews il direttore di Confindustria Fermo, Giuseppe Tosi, "non sono pervenute segnalazioni di danni particolari alle aziende". La situazione è molto seria e in continua evoluzione. Per ora segnalazioni di aziende non sono pervenute, ma certo è che molte zone industriali sono in fortissimo disagio soprattutto per le frane e la viabilità". Nel fermano, ha aggiunto, ci sono molte zone industriali che sono critiche, ma non sappiamo di danni particolari. Questa è una della zone più colpite e la situazione è straordinaria". Intanto, secondo un primo monitoraggio effettuato dalla Coldiretti, è emerso che i danni alle coltivazioni e alle campagne ammontano a 10 milioni di euro. Il maltempo ha distrutto campi di ortaggi, ha spazzato via vivai e terreni e colline sono stati danneggiati da smottamenti e frane. Nel complesso, nelle Marche, ha denunciato la Coldiretti, sono a rischio di dissesto idrogeologico il 99% dei Comuni. Una situazione spesso determinata anche da politiche che hanno portato alla scomparsa di grandi aree agricole (229mila ettari dagli anni Sessanta ad oggi) sostituite da cemento e insediamenti produttivi.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Latte
Mipaf: per latte e formaggi origine obbligatoria in etichetta
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina