venerdì 24 febbraio | 14:31
pubblicato il 05/mag/2014 12:14

Made in Italy: a Cibus 2014 tra le eccellenze c'e' anche la birra

Made in Italy: a Cibus 2014 tra le eccellenze c'e' anche la birra

(ASCA) - Roma, 5 mag 2014 - Se nel mondo del food sono state in 10 anni 12 mila le microimprese che hanno chiuso, il settore birrario ha invece registrato un percorso inverso, con la birra che e' diventata negli ultimi anni un vero e proprio fenomeno italiano. E' la premessa della partecipazione a Cibus, il salone internazionale dell'alimentazione in programma a Parma fino all'8 maggio prossimo, di Assobirra, l'associazione dei produttori italiani della birra e del malto. Un settore, quello birrario nazionale, dove l'ultimo decennio ha visto l'occupazione crescere, passando solo nell'ultimo anno da 4.500 a 4.700 occupati diretti (dei quali circa 2.000 si stima siano impegnati proprio nei microbirrifici), con un incremento del +4,4%. Dato che, se spalmato nel periodo 2010-2012, sale addirittura al +17,5%. In questa crescita hanno giocato un ruolo importante, oltre all'occupazione mantenuta costante dalle grandi aziende, anche la nascita e la diffusione dei microbirrifici, arrivati ormai a oltre 550, con un trend di crescita costante di circa il 20% anno. Il 'boccale' pero' inizia ad essere mezzo vuoto: secondo Assobirra un mercato sostanzialmente stabile unito all'aumento delle accise deciso dal Governo lo scorso anno hanno di fatto frenato questa situazione. ''Per la prima volta - afferma il presidente di Assobirra Alberto Frausin - nel 1* quadrimestre del 2014 abbiamo registrato l'apertura di solo 11 nuovi microbirrifici contro i 30 del quadrimestre dell'anno precedente, con un calo di aperture stimato in un -65%. I microbirrifici rappresentano un 4% del mercato birrario in termini di volumi venduti, ma questo dato conferma comunque una contrazione della fiducia nell'investimento nel settore che dal 2008 ad oggi aveva conosciuto un percorso di crescita. Anche questi sono i risultati di alcune scelte, come l'aumento delle accise gia' in parte entrato in vigore, che rischiano di mettere in crisi un intero settore che e' ormai simbolo di Made in Italy, per questo ci stiamo battendo per dire 'no' al prossimo aumento atteso per il 1* gennaio 2015''. Per Frausin la birra resta comunque ''un importante driver per l'economia italiana e anche europea che va ben oltre le birrerie'', coinvolgendo settore agricolo, quello dell'imballaggio e logistica, il marketing, la vendita al dettaglio e l'ospitalita'''.

I dati AssoBirra parlano di una crescita costante delle nicchie di mercato come le birre di frumento, quelle di Abbazia e le artigianali. I microbirrifici rappresentano ormai una realta' del nostro settore tanto che ogni provincia puo' contarne almeno uno, con punte in Lombardia (108), Piemonte (68), Toscana (57) ed Emilia Romagna (49). A Cibus 2014 AssoBirra in uno spazio di oltre 340mq ospita 15 aziende, che si uniscono alle altre 10 presenti invece con spazi ad hoc, testimonianza di un vero e proprio fenomeno, quello birrario, che rappresenta un'eccellenza del Made in Italy, grazie anche ai circa 2 milioni di ettolitri esportati ormai ogni anno e che puo' ormai contare su oltre 35milioni di consumatori in Italia, in maggioranza uomini ma con la percentuale di donne in costante aumento.

red-gbt

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Alitalia
Alitalia, sindacati: adesione sciopero unanime, azienda tratti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech