lunedì 27 febbraio | 05:45
pubblicato il 18/set/2014 14:30

*Maccaferri(Confindustria):in ultimi 5 anni chiuse 90mila aziende

Persi quasi 2 mln di posti. Per ripresa serve P.A. efficiente (ASCA) - Roma, 18 set 2014 - Negli ultimi cinque anni "quasi 90mila imprese manifatturiere hanno chiuso e e le unita' di lavoro sono calate di quasi 2 milioni". A ricordarlo e' il il vicepresidente di Confindustria con delega alla Semplificazione e all'Ambiente, Gaetano Maccaferri, in un'audizione al Senato sul Ddl di riorganizzazione della P.A..

Nelle classifiche internazionali sulla competitivita', la posizione dell'Italia "rimane critica", ha aggiunto. L'indice del World Economic Forum (Wef) "ci colloca al 46esimo posto nel 2014, in una posizione di gran lunga peggiore rispetto ai principali competitor europei: Germania al sesto posto, Regno Unito al sedicesimo e Francia al ventisettesimo posto)".

In questo scenario, a giudizio del vicepresidente di Confindustria, "ritornare a crescere e' difficile, ma non impossibile, se si interviene su tre fattori determinanti: il prelievo fiscale a carico delle imprese, il credito e il rilancio degli investimenti". Tuttavia, "la premessa per l'efficacia di qualunque stimolo all'economia e' l'efficienza della P.A.", ha concluso.

Mlp

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech