venerdì 09 dicembre | 22:32
pubblicato il 03/set/2014 15:59

Lvmh: accordo con Hermes mette la parole fine alla guerra legale -2-

(ASCA) - Roma, 3 set 2014 - Soddisfazione per l'accordo e' stata espressa sia da Bernard Arnault e sia da Axel Dumas ceo di Hermes. Il gruppo Lvmh era entrato nel capitale di hermes con il 10% quattro anni fa e progressivamente ha aumentato la partecipazione fino al 23%. Da subito Hermes ha contrastato il tentativo di scalata di Arnault giudicandolo non amichevole.

L'intesa raggiunta certifica l'impossibilita' per Lvmh di acquisire il controllo del gruppo concorrente. La distribuzione delle azioni detenute in Hermes ai propri azionisti consente comunque a Lvmh di smobilitare una partecipazione che ai valori attuali corrisponde a 6,4 miliardi di euro, pari a quasi il 10% dela capitalizzazione di borsa del gruppo che fa capo a Bernard Arnault.

Secondo alcuni analisti la modalita' di disinvestimento (ne' la vendita sul mercato e ne' un buy back da parte di Hermes) significa inoltre che Arnault non vede a breve termine nuove opportunita' di investimento.

did/

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: da Vigilanza Bce no a proroga tempi per aumento capitale
Mps
Banche, Fonti Palazzo Chigi: nessun cdm previsto, schema dl pronto
Francia
Francia, banca centrale taglia stime crescita citando la Brexit
Cambi
L'euro continua a calare dopo le mosse Bce, sotto 1,06 dollari
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Europei, Olimpiadi e terremoto, il 2016 su Facebook in Italia
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina