venerdì 24 febbraio | 13:35
pubblicato il 11/feb/2015 18:31

Lussemburgo: per Grecia tutte le opzioni aperte (anche uscita da euro)

"Loro assicurano di no, ma euro comporta degli obblighi"

Grecia,Lussemburgo:tutte le opzioni aperte (anche uscita da euro)

Roma, 11 feb. (askanews) - Tutto sommato aggressivo sulla Grecia, il ministro delle Finanze del Lussemburgo Pierre Gramegna, il Paese al centro dello scandalo sull'elusione fiscale delle multinazionali (battezzato "Luxleaks"). "Siamo pronti ad ascoltare i greci, non sappiamo ancora quali siano le loro proposte, resta molta incertezza", ha detto giungendo all'Eurogruppo straordinario a Bruxelles. Ma poi, a chi gli chiedeva se l'uscita della Grecia dall'euro fosse una opzione, "penso tutte opzioni siano aperte - ha risposto - loro hanno detto che vogliono restare nell'euro, dobbiamo prendere per buona questa loro dichiarazione ma questo comporta degli obblighi. Vedremo".

Poco prima il suo omologo ellenico, Yanis Varoufakis, ha risposto "ovviamente no" a chi gli chiedeva se l'opzione di uscire dall'euro fosse sul tavolo.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Unicredit
Unicredit: sottoscritto il 99,8% dell'aumento da 13 miliardi
P.A.
P.A., Madia: pronti a riavviare percorso per rinnovo contratto
P.A.
P.A., Madia: ok a ultimi cinque decreti, completata la riforma
Alitalia
Alitalia, sindacati: adesione sciopero unanime, azienda tratti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Tribunale malato: per 1 medico su 3 troppo poco tempo per paziente
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Scoperta una nuova specie di mammifero: lo scoiattolo meridionale
Moda
A Londra apre una mostra su Lady Diana, icona della moda
Scienza e Innovazione
Astrofisica, indizi di materia oscura nel cuore di Andromeda?
TechnoFun
Internet of Things: dopo la "nuvola" si studia la "nebbia"
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech