domenica 04 dicembre | 13:39
pubblicato il 27/gen/2016 15:48

Luiss Enlabs, Investor Day di successo per LVenture Group

Tutto esaurito in sala, cresce il ruolo delle partnership

Luiss Enlabs, Investor Day di successo per LVenture Group

Roma, (askanews) - Tutto esaurito nella sede dell'acceleratore di Startup capitolino Luiss Enlabs in occasione dell'ultimo Investor Day, con Karaoke One, KPI6, Babaiola e Nausdream, le startup uscenti dall'ultimo programma di Accelerazione, che hanno fatto il loro debutto davanti a più di 100 investitori qualificati e ad oltre 160 grandi aziende.

Luiss Enlabs è l'acceleratore di Startup nato nel 2013, in collaborazione con Wind, da una joint venture tra LVenture Group e l'Università Luiss. Parola d'ordine essere direttamente coinvolti nell'innovazione d'impresa, come conferma Massimo Angelini, direttore public relations di Wind:

"Il motivo per cui è giusto essere vicini a questo mondo è duplice, da un lato l'innovazione è nel dna di Wind, dall'altro Start Up, giovani, imprenditorialità sono ingredienti fondamentali dei nostri valori d'impresa".

Padrone di casa, LVenture Group ha deciso intanto di investire in primis come sempre nelle startup prima selezionate e adesso presentate. Luigi Capello, ceo di LVenture Group e Founder di Luiss Enlabs:

"Noi siamo i nuovi heroes, i nuovi eroi, oggi andiamo ad investire in Start Up che domani saranno grandi aziende.

"Noi oggi qui abbiamo 33 start up, parliamo di circa 300 nuovi lavori, si può arrivare a 100, 200 start up e migliaia di lavori creati".

Seppur in ritardo rispetto all'onda d'idee partita negli anni '80 dalla Silicon Valley americana, Investor Day come quelli di LVenture e Luiss Enlabs stanno peraltro proprio a dimostrare il cambio di passo e di mentalità delle reti economiche italiane, ed il processo di partnership sempre più stretto tra la nuova impresa ed i player nazionali ed internazionali. Lo sottolinea

Andrea Biscioni, responsabile prodotti e servizi imprese e small business di BNL Gruppo BNP Paribas:

"Un esempio è Qurami, start up ospitata da Luiss Enlabs, che ci ha aiutato a sviluppare un sistema digitale per la gestione delle code nelle nostre agenzie più moderne. Oppure Interactive project, che ha sviluppato l'app per il nostro programma di educazione finanziaria nelle scuole, Educare, o Dolab, che ha fornito formazione digitale ai nostri private banker. Sono gli esempi di come la Banca possa contaminarsi di innovazione aiutando lo sviluppo delle start up che possono staccare le prime fatture con un cliente comunque importante e spendibile come BNL".

Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari