lunedì 23 gennaio | 02:01
pubblicato il 08/lug/2016 18:37

Luiss Enlabs cresce ancora: 5mila metri quadrati e 80 startup

Marcegaglia annuncia: sbarcheremo anche a Milano

Luiss Enlabs cresce ancora: 5mila metri quadrati e 80 startup

Roma, (askanews) - Oltre 5mila metri quadrati, 80 startup ospitate, un grande open space su due piani: è il più grande acceleratore d'Europa. Apre ufficialmente le porte la nuova sede di Luiss Enlabs "La Fabbrica delle Startup", nata nel 2013 dalla joint venture tra la holding di partecipazioni LVenture Group e l'Università Luiss Guido Carli.

Lo spazio, nell'ala storica della Stazione Termini in Via Marsala 29H, ospita startup in crescita e imprese innovative già attive sul mercato.

Emma Marcegaglia, presidente Luiss: "E' un momento complesso, dal punto di vista dell'economia, dei problemi europei. Oggi invece è bello festeggiare questo grande ampliamento e soprattutto 40 startup che sono nate, 500 posti di lavoro e il fatto che Luiss Enlabs sbarcherà a Milano, farà una nuova iniziativa di incubatore di startup fra qualche mese. È un'idea su cui abbiamo creduto qualche anno fa che sembrava difficile e irrealizzabile. Oggi è qua e sta producendo risultati, vogliamo continuare a migliorarli".

Giovanni Lo Storto, direttore generale Luiss: "Un giorno molto importante per la Luiss, per Roma, per questi ragazzi, per il Paese. Perchè è un luogo molto grande, bello ma soprattutto reso molto bello da questi ragazzi, dalla possibilità di ospitare fino a 100 startup. Migliaia di giovani che potranno venire qui per trasformare la loro idea in impresa".

Le start-up selezionate ricevono un investimento di 80mila euro. Obiettivo del programma è portare le startup a fatturare sul mercato e metterle in condizione di concludere un successivo round di investimento.

Il presidente Bnl Bnp Parisbas, Luigi Abete: "Stare vicino anche come banca a questa capacità creativa e di impresa, significa poter dare un servizio ai nostri clienti, e ai giovani che possono entrare in relazione con realtà economiche e internazionali. Un bellissimo giorno".

“Abbiamo creato un hub per l’innovazione perché crediamo nel suo valore e i risultati che stiamo ottenendo ci danno conferme. Questo non è un traguardo, ma un punto di partenza: in questi nuovi spazi potremo continuare a crescere, facendo nascere sempre più startup e mettendole in contatto sia con gli investitori che con le aziende, che oggi hanno bisogno di accesso all’Open Innovation” spiega Luigi Capello, Co-Founder di Luiss Enlabs e ceo di LVenture Group, la holding che investe nelle startup e ne supporta la crescita tramite una rete di investitori e corporate. “Nove su 10 delle startup uscite dal programma di accelerazione ricevono investimenti da terzi. Ciò vuol dire un tasso di successo di oltre il 90% che ci ha fatto guadagnare visibilità internazionale” continua Capello “A fine giugno abbiamo organizzato un Investor Day a Berlino a cui hanno partecipato rappresentanti di alcuni dei più grandi operatori di venture capital sul panorama europeo, un passo importante per l’internazionalizzazione, che per noi è fondamentale per far crescere su mercati più ricchi di capitali le startup nate in Italia”. ​

 

Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Nuove postazioni di telemedicina italiana no profit in Africa
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4