lunedì 05 dicembre | 06:11
pubblicato il 24/apr/2014 10:01

Lucchini: Uilm, si firma accordo solo con ripresa produttiva

(ASCA) - Roma, 24 apr 2014 - ''La siderurgia in Italia si salva tutta insieme e non 'a pezzi'. Questa logica vale a livello nazionale ed in ambito locale''. Lo ha detto Mario Ghini, segretario nazionale della Uilm, intervenuto in diretta telefonica ad ''Ora di punta'', la trasmissione di Radio Citta' Futura, condotta da Cristiano Bucchi e dedicata alle vicende dello stabilimento siderurgico di Piombino. ''Rimane un forte sentimento di dolore - ha continuato Ghini - per la messa in stand by dell'altoforno. Ora la risposta dell'accordo di programma deve essere all'altezza della ripresa produttiva dell'area in questione che deve continuare a caratterizzarsi per la produzione di acciaio.

Questo significa che si puo' firmare un'intesa se nel testo in questione risulta la ricostruzione dell'area a caldo, con gli incentivi per il forno elettrico e il Corex, i finanziamenti per le bonifiche dell'area siderurgica. Per il sindacato si tratta di un punto fermo''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari