martedì 21 febbraio | 02:21
pubblicato il 24/apr/2014 10:01

Lucchini: Uilm, si firma accordo solo con ripresa produttiva

(ASCA) - Roma, 24 apr 2014 - ''La siderurgia in Italia si salva tutta insieme e non 'a pezzi'. Questa logica vale a livello nazionale ed in ambito locale''. Lo ha detto Mario Ghini, segretario nazionale della Uilm, intervenuto in diretta telefonica ad ''Ora di punta'', la trasmissione di Radio Citta' Futura, condotta da Cristiano Bucchi e dedicata alle vicende dello stabilimento siderurgico di Piombino. ''Rimane un forte sentimento di dolore - ha continuato Ghini - per la messa in stand by dell'altoforno. Ora la risposta dell'accordo di programma deve essere all'altezza della ripresa produttiva dell'area in questione che deve continuare a caratterizzarsi per la produzione di acciaio.

Questo significa che si puo' firmare un'intesa se nel testo in questione risulta la ricostruzione dell'area a caldo, con gli incentivi per il forno elettrico e il Corex, i finanziamenti per le bonifiche dell'area siderurgica. Per il sindacato si tratta di un punto fermo''.

red/glr

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia