mercoledì 07 dicembre | 22:12
pubblicato il 13/ott/2015 19:39

L.Stabilità, sale tetto contante, novità su partite Iva e minimi

Trattativa con regioni: Fondo sanitario 2016 a 111 mld

L.Stabilità, sale tetto contante, novità su partite Iva e minimi

Roma, 13 ott. (askanews) - Sale da 1.000 a 3.000 euro il tetto per i pagamenti in contante e si conferma l'intervento sulle partite Iva, con un'azione sul regime dei minimi. Mentre ci vorrà più tempo per la flessibilità delle pensioni che esce definitivamente dal menù della manovra per il 2016. Sono le principali novità annunciate dal premier Matteo Renzi in vista del varo della legge di stabilità giovedì prossimo. Una manovra che prende corpo ora dopo ora e per la cui messa a punto saranno cruciali questi ultimissime ore. Proseguono, infatti, incessanti gli incontri a palazzo Chigi e a via Venti Settembre sia a livello tecnico che politico.

Prende forma intanto l'intervento sulle regioni: nel 2016 i governatori avranno a disposizione 111 miliardi di euro per alimentare il fondo sanitario nazionale. La cifra che rappresenta un aumento rispetto ai 110 miliardi di euro stanziati per quest'anno, è comunque inferiore ai 113 miliardi indicati dall'intesa del luglio scorso in Conferenza Stato-Regioni. Su questo tema ma anche su altri punti che interessano le regioni si è svolto un confronto a palazzo Chigi. Resta ancora da sciogliere il nodo del maxi taglio da 2,2 miliardi di euro che, secondo quanto previsto dalla manovra del governo Monti, andrà ad impattare nel 2016 sui bilanci delle Regioni, azzerando di fatto le spese extra sanità.

La novità sul limite all'uso del contante, su cui ha molto insistito l'Ncd di Angelino Alfano, è stata aspramente criticata da Pier Luigi Bersani secondo cui si tratta di un "incoraggiamento ai consumi in nero, del riciclaggio e della corruzione". Anche per i sindacati l'innalzamento della soglia a 3.000 euro favorisce l'evasione. E' un segnale importante invece per albergatori e commercianti soprattutto di quelli della Capitale in vista dell'imminente Giubileo. C'è da ricordare, tuttavia, che per gli acquisiti dei turisti extra Unione europea il tetto non era già valido: Russi, giapponesi e cinesi possono e potranno comprare in contanti fino a 15mila euro.

Fra le altre novità annunciate dal presidente del Consiglio l'introduzione delle spese sanitarie dal prossimo anno nella dichiarazione telematica fiscale. Quanto agli sgravi per i neo assunti, Renzi ha confermato che quest'anno sarà confermato ma nel 2018 finirà del tutto e al suo posto ci sarà un taglio strutturale del costo del lavoro con l'Ires che verrà abbassata al 24%.

Sul regime dei minimi e le partite Iva, Renzi ha affermato che ci sarà un intervento "serio". L'obiettivo a cui punta il governo è quello di migliorare il regime fiscale di vantaggio per piccoli commercianti, artigiani e liberi professionisti rimasti penalizzati dalla riforma del regime dei minimi introdotto con la manovra dell'anno scorso. L'operazione mira a rivedere al rialzo tutti i limiti di ricavi delle differenti categorie. L'intervento prevede al momento un aumento minimo di 5mila euro e uno massimo di 10mila delle differenti soglie di ricavi. Fanno eccezione solo i professionisti che potrebbero vedersi rappoddiare l'attuale limite da 15mila a 30mila. Per le nuove partite Iva la misura allo studio prevede la riduzione dell'imposta costitutiva dal 15 al 5% per almeno i primi 3 anni. Si potrebbe allungare il tempo a 5 anni ma l'operazione risulterebbe più costosa.

Sul capitolo pensioni, invece, fatta la scelta di rinviare al 2016 le misure di flessibilità, in manovra restano tre misure. La prima riguarda un'ultima salvaguardia per una platea residua di esodati, la seconda è la cosiddetta 'opzione donna' e poi le risorse a copertura dell'effetto trascinamento delle indicizzazioni sugli assegni medio alti.

Resta ancora in bilico il canone Rai in bolletta anche se il sottosegretario allo Sviluppo economico, Antonello Giacomelli, ha assicurato che l'ipotesi non è tramontata. "Gli affinamenti - ha riferito - sono in stato avanzato. Le indicazioni di Renzi sono chiare: abbassare il costo per i cittadini e recuperare l'evasione. Su questa linea ci muoveremo". Infine, il ministro Graziano Delrio ha confermato che si sta discutendo del potenziamento dell'ecobonus per le ristrutturazioni edilizie.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
L.Bilancio
L.Bilancio: Senato approva fiducia con 173 sì
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni