sabato 25 febbraio | 16:45
pubblicato il 17/nov/2015 12:42

L.Stabilità, "nodo Sud" slitta alla Camera. Tonini: decide Renzi

Esito riunione maggioranza-governo al Senato

L.Stabilità, "nodo Sud" slitta alla Camera. Tonini: decide Renzi

Roma, 17 nov. (askanews) - Nulla di fatto sulle misure per il Sud al Senato. Il nodo sarà affrontato nel corso dell'iter della legge di stabilità alla Camera, insieme a vari altri capitoli rinviati a Montecitorio. E' quanto è emerso da una riunione fra maggioranza e governo al Senato a margine dei lavori della commissione Bilancio. "Credo che si va alla Camera. Ci sono vari scenari tecnici e sarà il presidente del Consiglio a decidere. La questione è che occorrerà scegliere tra varie opzioni e Renzi è rientrato stanotte a Roma e si è riservato un po' di tempo per decidere", ha riferito il presidente della commissione Bilancio di palazzo Madama, Giorgio Tonini.

A proposito del fatto se la scelta sarà fra il credito d'imposta o la decontribuzione per i neo assunti, Tonini ha risposto: "Sì, tra una delle due".

Anche la relatrice del Pd Magda Zanoni ha riferito che la questione sarà rinviata a Montecitorio. "Credo proprio di sì", ha affermato al termine della riunione.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Volkswagen
Volkswagen, torna in utile nel 2016 per 5,1 mld dopo dieselgate
Generali
Intesa Sanpaolo: non individuate opportunità su Generali
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech