domenica 26 febbraio | 22:53
pubblicato il 15/ott/2013 12:00

L.Stabilità, Cgil: Non siamo convinti, manca segnale di equità

Preoccupano tagli a P.A., rischio di scaricarsi sui lavoratori

L.Stabilità, Cgil: Non siamo convinti, manca segnale di equità

Roma, 15 ott. (askanews) - La Cgil non è affatto convinta della legge di stabilità, manca un chiaro segnale di equità. "Non convincono" la Cgil le prime indicazioni emerse nella conferenza stampa del governo. In attesa di conoscere l'intero provvedimento, dalla Cgil si fa sapere che "risultano in particolare insufficienti le risorse destinate alla restituzione fiscale ai lavoratori, mentre per i redditi da pensione nulla è stato detto". "Preoccupa - si fa ancora sapere dalla Cgil - il capitolo annunciato sui tagli alla pubblica amministrazione che rischiano di scaricarsi sui lavoratori come era già emerso dalle bozze circolate in questi giorni. Nello spirito della legge di stabilità indicata dal governo alla conferenza stampa manca un chiaro segnale di equità e una chiara indicazione sulla redistribuzione dei redditi. Senza una riduzione delle diseguaglianze non ci può essere alcuna idea di crescita e di rilancio dell'economia del paese".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech