lunedì 27 febbraio | 08:01
pubblicato il 24/gen/2014 12:00

Lo spread chiude a 226 punti, pesano tensioni Paesi emergenti

Longo (IG):se peggiora crisi Argentina si potrebbe arrivare a 250

Lo spread chiude a 226 punti, pesano tensioni Paesi emergenti

Milano, 24 gen. (askanews) - Chiusura in forte rialzo per lo spread sulle tensioni valutarie dei Paesi emergenti: il differenziale tra i Btp e i Bund decennali si è portato a 226 punti rispetto ai 214 della chiusura di ieri. "E' tornato l'appeal sul Tnote e sul Bund in scia alle tensioni che si sono abbattute sui mercati, coi loro rendimenti che si sono portati ai minimi da oltre due mesi, mentre in controtendenza i rendimenti dei titoli periferici dell'eurozona sono tornati a salire - ha commentato Vincenzo Longo, market strategist IG - Se le tensioni in Argentina dovessero acuirsi è facile attendersi un forte riposizionamento degli investitori sul Bund che potrebbe riportare lo spread verso area 250".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Lavoro
Lavoro, Renzi: rivoluzionerò welfare con lavoro di cittadinanza
Altre sezioni
Salute e Benessere
Fibrosi polmonare idiopatica, al Gemelli seminario internazionale
Motori
L'agricoltura del futuro: Case IH presenta il trattore autonomo
Enogastronomia
Ricerca Gfk: l'identikit dei nuovi consumatori al supermercato
Turismo
Boom degli affitti brevi in ambito turistico e non solo (+30%)
Energia e Ambiente
Progetto Life-Nereide: asfalto silenzioso da materiale riciclato
Moda
Nuova linea ready-to-wear de La Perla: sensuali giacche corsetto
Scienza e Innovazione
Esa, Vega: nel 2018 opportunità di volo per minisatelliti multipli
TechnoFun
Google crea strumento intelligenza artificiale anti-trolls
Sistema Trasporti
Da UNRAE protocollo costruttori-scuole per formare autisti hi-tech