domenica 11 dicembre | 13:40
pubblicato il 24/gen/2014 12:00

Lo spread chiude a 226 punti, pesano tensioni Paesi emergenti

Longo (IG):se peggiora crisi Argentina si potrebbe arrivare a 250

Lo spread chiude a 226 punti, pesano tensioni Paesi emergenti

Milano, 24 gen. (askanews) - Chiusura in forte rialzo per lo spread sulle tensioni valutarie dei Paesi emergenti: il differenziale tra i Btp e i Bund decennali si è portato a 226 punti rispetto ai 214 della chiusura di ieri. "E' tornato l'appeal sul Tnote e sul Bund in scia alle tensioni che si sono abbattute sui mercati, coi loro rendimenti che si sono portati ai minimi da oltre due mesi, mentre in controtendenza i rendimenti dei titoli periferici dell'eurozona sono tornati a salire - ha commentato Vincenzo Longo, market strategist IG - Se le tensioni in Argentina dovessero acuirsi è facile attendersi un forte riposizionamento degli investitori sul Bund che potrebbe riportare lo spread verso area 250".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina