domenica 04 dicembre | 00:59
pubblicato il 05/set/2014 12:02

Lieve risalita petrolio dopo dati Germania, Brent 102,41 dollari

Industria in ripresa dopo settimane di segnali di debolezza (ASCA) - Roma, 5 set 2014 - Prezzi petroliferi in lieve risalita, mentre alcuni segnali positivi giunti dalla Germania, un rimbalzo della produzione industriale superiore alle attese, hanno finalmente spezzato la cappa di segnali di debolezza che da settimane si susseguivano. Il barile di Brent, il greggio di riferimento del mare del Nord aumenta di 58 cents rispetto alla chiusura di ieri, portandosi a 102,41 dollari.

Il petrolio risale leggermente a dispetto dei rafforzamenti del dollaro sull'euro, la valuta con cui si trattano tutte le materie prime e le cui fluttuazioni solitamente provocano aggiustamenti anche sull'oro nero. Tuttavia piu' che forza del dollaro a muovere i cambi e' stato l'indebolimento dell'euro, dopo che ieri la Bce ha ulteriormente ammorbidito la linea tagliando i tassi e annunciando altri provvedimenti espansivi.

Negli scambi elettronici sul New York Mercantile Exchange, il barile di West Texas Intermediate guadagna 52 cents a quota 94,97 dollari.

Voz

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Energia
Elettricità, Cgia: per piccole imprese la più cara in Eurozona
Altre sezioni
Salute e Benessere
Sifo: in Italia 4 milioni di depressi. Ma solo 1 su 3 si cura
Enogastronomia
Nasce il Movimento Turismo dell'Olio
Turismo
Turismo, Franceschini: il 2017 sarà l'Anno dei Borghi
Lifestyle
Yocci, il Re della Torta di Carote e... il modo di essere
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Ministeriale Esa, Battiston (Asi): l'Italia è molto soddisfatta
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari