domenica 11 dicembre | 01:25
pubblicato il 02/nov/2015 12:58

Lieve accelerazione manifatturiero eurozona, più netta in Italia

Indagine tra responsabili approvvigionamenti segna rialzi

Lieve accelerazione manifatturiero eurozona, più netta in Italia

Roma, 2 nov. (askanews) - Lievi segnali di miglioramento dal manifatturiero dell'area euro all'avvio dell'ultimo trimestre dell'anno. A ottobre l'indagine tra i responsabili degli approvvigionamenti ha segnato un marginale incremento, a 52,3 punti a fronte dei 52 punti del mese precedente, secondo i dati della società di ricerche Markit Economics. In questa indagine i 50 punti sono la soglia limite tra crescita e calo dell'attività e il dato diffuso oggi è leggermente più alto dei 52 punti indicati nella stima preliminare.

Sulle imprese del manifatturiero in Italia il relativo indice Pmi (Purchasing managers' index) è salito a 54,1 punti, il valore più alto da tre mesi, a fronte dei 52,7 punti di settembre. "Il manifatturiero italiano ha ripreso vigore - ha commentato l'economista di Markit Phil Smith -. Con ottobre che ha osservato gli aumenti maggiori della produzione, nuovi ordini e livelli occupazionali. Secondo le imprese campione è incoraggiante assistere ad una ripresa sia da parte del mercato nazionale che da quello internazionale, facendo presagire quindi ad una lunga ripresa".

Sull'insieme dell'area euro invece, secondo il capo economista Chris Williamson la ripresa del manifatturiero "rimane deludentemente e insignificante. L'indagine di ottobre infatti ha segnalato una crescita annua della produzione di appena il 2 per cento, performance questa piuttosto debole considerati gli stimoli della banca centrale al momento in atto. Con l'indebolimento della produzione, i livelli occupazionali al valore più basso in otto mesi e i prezzi di vendita in discesa al tasso più veloce da febbraio è comprensibile come la Bce stia valutando ulteriori incentivi".

"Il debole rialzo in Germania e l'attuale quasi stagnazione in Francia hanno in qualche modo fatto si che i risultati migliori scaturissero sorprendentemente dall'Italia".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina