mercoledì 07 dicembre | 19:09
pubblicato il 28/ott/2011 05:10

Licenziamenti/ Fronte compatto sindacato:Sarà sciopero generale

Sacconi: falso parlare di licenziamenti più facili

Licenziamenti/ Fronte compatto sindacato:Sarà sciopero generale

Roma, 28 ott. (askanews) - I licenziamenti facili, annunciati nella lettera d'intenti che il Governo ha inviato alla commissione di Bruxelles, ricompattano il fronte sindacale, che promette battaglia e minaccia lo sciopero generale. E' scontro a tutto campo tra Cgil, Cisl e Uil e l'esecutivo per l'ipotesi di introdurre "norme da incubo" e che rappresentano "un'istigazione alla rivolta, dicono le tre confederazioni. "Vogliamo creare un mercato del lavoro più efficiente, più moderno e aperto a donne e giovani", ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, replicando alle critiche. "Questo - ha aggiunto il premier - era e resta il nostro impegno per il mondo del lavoro". Il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, tenta di gettare acqua sul fuoco, bollando come "false" le voci di misure per rendere più facile il licenziamento. Ma se gli impegni assunti dall'Italia con l'Europa saranno mantenuti, lo sciopero generale sarà inevitabile. E questa volta, dopo circa tre anni di proteste e accordi separati, i sindacati si ritroverebbero in piazza tutti insieme. "Il messaggio di licenziare è l'opposto di quello che serve al paese - ha detto il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, chiamando i 'cugini' di Cisl e Uil allo sciopero unitario - abbiamo un Governo incapace di agire e decidere e che prende ordini dall'Europa. Quella lettera è la somma di tante dichiarazioni che abbiamo già visto e sentito. Non c'è nulla che riguarda la crescita, nessuna risposta positiva per il paese". Il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, ha spiegato che "se ci sarà la stessa opinione sul fisco, sui costi della politica e delle amministrazioni, sullo sviluppo e sulle relazioni industriali è chiaro che agiremo uniti. Altrimenti marceremo divisi e colpiremo uniti". Il numero uno della Uil, Luigi Angeletti, ha giurato che "non ci saranno particolari problemi" a scioperare insieme con la Cgil contro i licenziamenti facili.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Mps
Mps: domani Cda dopo incontro Bce. Sale ipotesi intervento Stato
Mps
Mps: Vigilanza Bce studia proroga fino a 31 gennaio
Banche
Ue multa Agricole, Hsbc e JPMorgan su cartello Euribor: 485 mln
Banche
I 5 requisiti necessari a un eventuale "salva banche" con l'Esm
Altre sezioni
Salute e Benessere
Robot indossabile ridà capacità di presa a persone quadriplegiche
Enogastronomia
Domenica 11 dicembre Cantine aperte a Natale
Turismo
Con Volagratis Capodanno low cost da Parigi al Mar Rosso
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
Roma, domani al via la terza "Isola della sostenibilità"
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Ricerca, da 2018 l'ERC tornerà a finanziare team multidisciplinari
Motori
Nuova Leon Cupra, più potenza e migliori prestazioni