mercoledì 22 febbraio | 11:38
pubblicato il 28/ott/2011 05:10

Licenziamenti/ Fronte compatto sindacato:Sarà sciopero generale

Sacconi: falso parlare di licenziamenti più facili

Licenziamenti/ Fronte compatto sindacato:Sarà sciopero generale

Roma, 28 ott. (askanews) - I licenziamenti facili, annunciati nella lettera d'intenti che il Governo ha inviato alla commissione di Bruxelles, ricompattano il fronte sindacale, che promette battaglia e minaccia lo sciopero generale. E' scontro a tutto campo tra Cgil, Cisl e Uil e l'esecutivo per l'ipotesi di introdurre "norme da incubo" e che rappresentano "un'istigazione alla rivolta, dicono le tre confederazioni. "Vogliamo creare un mercato del lavoro più efficiente, più moderno e aperto a donne e giovani", ha detto il presidente del Consiglio, Silvio Berlusconi, replicando alle critiche. "Questo - ha aggiunto il premier - era e resta il nostro impegno per il mondo del lavoro". Il ministro del Welfare, Maurizio Sacconi, tenta di gettare acqua sul fuoco, bollando come "false" le voci di misure per rendere più facile il licenziamento. Ma se gli impegni assunti dall'Italia con l'Europa saranno mantenuti, lo sciopero generale sarà inevitabile. E questa volta, dopo circa tre anni di proteste e accordi separati, i sindacati si ritroverebbero in piazza tutti insieme. "Il messaggio di licenziare è l'opposto di quello che serve al paese - ha detto il segretario generale della Cgil, Susanna Camusso, chiamando i 'cugini' di Cisl e Uil allo sciopero unitario - abbiamo un Governo incapace di agire e decidere e che prende ordini dall'Europa. Quella lettera è la somma di tante dichiarazioni che abbiamo già visto e sentito. Non c'è nulla che riguarda la crescita, nessuna risposta positiva per il paese". Il leader della Cisl, Raffaele Bonanni, ha spiegato che "se ci sarà la stessa opinione sul fisco, sui costi della politica e delle amministrazioni, sullo sviluppo e sulle relazioni industriali è chiaro che agiremo uniti. Altrimenti marceremo divisi e colpiremo uniti". Il numero uno della Uil, Luigi Angeletti, ha giurato che "non ci saranno particolari problemi" a scioperare insieme con la Cgil contro i licenziamenti facili.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Taxi
Taxi, Padoan: liberalizzazione va fatta ma con transizione dolce
Alitalia
Alitalia, sindacati disertano tavolo Assaereo su contratto
Toshiba
Toshiba vola in Borsa (+22%) su ipotesi vendita chip
Conti pubblici
Padoan: domani procedura Ue più vicina? Direi proprio di no
Altre sezioni
Salute e Benessere
Percorso rapido per emergenze al Fatebenefratelli Roma
Motori
Man lancia due iniziative per salute e sicurezza degli autisti
Enogastronomia
Verso candidatura cultura del tartufo a patrimonio Unesco
Turismo
Lourdes, destinazione turistica a 360 gradi
Energia e Ambiente
Energia, nanosfere di silicio per finestre fotovoltaiche economiche
Moda
Il business della Moda porta a Milano 1,7 miliardi al mese
Scienza e Innovazione
Elicotteri italiani AW-139 in Pakistan, nuovo ordine per Leonardo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Al via a Verona Transpotec: espositori in crescita + 20%