giovedì 19 gennaio | 16:42
pubblicato il 04/mar/2013 15:42

Licensing: i comuni italiani fanno business con i propri marchi

(ASCA) - Roma, 4 mar - Originale iniziativa di alcune citta' italiane nel settore del licensing. In tempi di crisi economica e di spending review, infatti, hanno iniziato a valorizzare i marchi dei propri comuni, o di alcune istituzioni cittadine come i musei, per la realizzazione di prodotti su licenza che portino denaro fresco nelle casse comunali. I primi esperimenti sono appena partiti a Milano, a Roma e pure a Venaria Reale (Torino), mentre diverse altre citta' si stanno muovendo nella stessa di direzione. Le attivita' di licensing municipale saranno tra i temi della 6a edizione del Bologna Licensing Trade Fair (BLTF), il piu' importante appuntamento fieristico italiano nel settore della compravendita di licenze e dello sviluppo di prodotti basati su marchi e properties. Questa manifestazione, organizzata da BolognaFiere, e' in programma dal 25 al 27 marzo nel Quartiere fieristico di Bologna, contemporaneamente alla 50a edizione della Fiera del Libro per Ragazzi.

Durante il BLTF 2013, saranno presentati i primi progetti di licensing delle municipalita' italiane. Il comune di Milano, ad esempio, ha appena affidato ad un'agenzia specializzata un contratto per la gestione del proprio marchio, che consentira' all'amministrazione comunale di incassare un minimo garantito di almeno 400mila euro in cinque anni. Recentemente, e' stato anche aperto a piazza San Babila il primo official store dei prodotti di merchandising.

Sulla scia dell'esperienza milanese, anche Roma Capitale ha avviato il suo progetto di licensing. E a Venaria Reale (To), il consorzio che gestisce la Reggia, a cui partecipa anche il comune, ha appena chiuso il primo contratto di licenza: gia' dalla prossima Pasqua, infatti, la societa' torinese Gruppo Spes realizzera' prodotti esclusivi di cioccolato artigianale con il marchio dello storico complesso museale, con una previsione di aumento del fatturato di circa il 20% gia' nel primo anno.

''Queste iniziative di licensing dei comuni italiani sono una delle grandi novita' che saranno presentate durante la prossima fiera BLTF'', spiega Marco Momoli, Exhibition Director di BolognaFiere. ''Si tratta di progetti con un'evidente potenzialita' di crescita, che hanno gia' suscitato interesse e curiosita' in altre citta' italiane. La nostra manifestazione offrira' dunque l'opportunita' di conoscere le metodologie adottate ed i primi risultati raggiunti, cosi' da favorire la diffusione di queste iniziative di business e offrendo ad altri comuni la possibilita' di ''fare cassa' solo valorizzando i propri marchi cittadini''.

red/rf

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Petrolio
Petrolio, Aie rivede al rialzo domanda mondiale, cala offerta Opec
Ilva
Ilva, Laghi: in 2016 produzione +23% con 5,8 mln tonnellate
Netflix
Netflix, record di abbonati nel 4 trimestre, anche fuori dagli Usa
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Ambientalisti italiani in piazza per Trump
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
Immunoterapia, un libro sulla quarta arma contro il cancro
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
TomTom City, la piattaforma monitora il traffico in tempo reale