giovedì 19 gennaio | 01:52
pubblicato il 02/feb/2016 10:14

Libri, Motta: a furia di parlare di cultura i risultati arrivano

Il presidente Aie commenta il segno positivo del mercato nel 2015

Libri, Motta: a furia di parlare di cultura i risultati arrivano

Milano (askanews) - Dopo cinque anni di segni negativi, il mercato del libro in Italia è tornato a crescere, in una relazione piuttosto stretta con l'andamento del Pil. Un dato che nel 2015, per i canali trade, si assesta a +0,7%, ma che l'Associazione italiana editori, considerando l'intero mercato, arriva a innalzare fino al +1,6% sul 2014. Il presidente dell'Aie, Federico Motta, commentando i dati, parla di una nuova consapevolezza.

"Consapevolezza - ci ha spiegato - che questa volta deriva dal fatto che una discesa costante degli ultimi cinque anni si è fermata, ha dato un segno positivo che ovviamente non recupera le perdite degli ani scorsi, ma segnala che, a forza di parlare di cultura, come stanno facendo sia il ministro Franceschini, sia il presidente del Consiglio, a furia di parlare di lettura, di capire che la lettura è la base di uno sviluppo sociale e culturale del Paese, si crea inevitabilmente la possibilità di guardare verso il futuro con un atteggiamento diverso".

La partita, dunque, è culturale in primis, ma ovviamente anche imprenditoriale e nel discorso non si può tralasciare il tema del sostegno pubblico alle imprese che producono cultura, che nel caso del settore editoriale lo stesso Motta definisce pari a zero.

"Noi - ha aggiunto il presidente dell'Aie - vorremmo avere due cose fondamentalmente: da una parte dei giusti contributi alla promozione alla lettura, che non credo la debbano fare i privati, ma è un tema dello Stato, è un tema pubblico, sociale; dall'altra un quadro di riferimento certo".

Tornando a ragionare di numeri e trend, da registrare la risalita della lettura dei libri cartacei e il leggero rallentamento della lettura di ebook, ma non delle vendite del digitale, che crescono di oltre il 25%, ma restano su un valore di soli 51 milioni di euro a fronte degli 1,2 miliardi del mercato trade cartaceo.

Insomma, il segno positivo che tutti aspettavano è arrivato, ma si tratta ancora di un primo passo, non certo di un punto di arrivo.

Gli articoli più letti
Fed
Fed, Yellen vede tassi al 3% alla fine del 2019
Alitalia
Alitalia, Hogan: da Etihad e Abu Dhabi impegno per rilancio
Davos
Padoan da Davos: in Italia stiamo continuando riforme strttturali
Fs
Fs: firmato accordo, acquisisce la società greca Trainose
Altre sezioni
Salute e Benessere
"Guarda che bello", quando gli occhi dei bimbi si curano con gioia
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Consorzio Valpolicella: in Usa il 10% della produzione di Amarone
Turismo
Da Bookingfax una App per riportare turisti in Agenzia di viaggio
Energia e Ambiente
Leader mondiali dell'industria danno vita all'Hydrogen Council
Moda
Moda, dopo Milano Brandamour apre uno show room anche a New York
Scienza e Innovazione
"L'Ara com'era", il racconto dell'Ara Pacis diventa più immersivo
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Gb, arrivato a Londra primo treno merci proveniente dalla Cina