martedì 21 febbraio | 02:32
pubblicato il 26/nov/2013 12:45

Libia: Scaroni, la situazione ci preoccupa

(ASCA) - Trieste, 26 nov - ''La situazione della Libia certo ci preoccupa perche' la costruzione delle istituzioni libiche ha un processo piu' lento di quanto avremmo sperato''. Lo ha detto l'ad di Eni, Paolo Scaroni, parlando della Libia, con i giornalisti, a margine del forum economico di Trieste, nell'ambito del vertice Italia-Russia. ''Mantengo un certo ottimismo perche' la Libia potenzialmente e' un Paese cosi' ricco che faccio fatica a immaginare che i libici diano un calcio alla propria ricchezza e si infilino in una situazione conflittuale e difficile - ha detto Scaroni -. E' un popolo sostanzialmente pacifico perche' e' un Paese privo di esercito con poca polizia''. ''Noi siamo relativamente ottimisti, non magari tra un mese o tra tre mesi, ma a medio termine si'''.

fdm/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Pensioni
Pensioni, Boeri: pensare a giovani, alcuni privilegi da rivedere
Alitalia
Alitalia, Delrio: ci sono problemi seri, siamo preoccupati
Alitalia
Alitalia, sindacati: sciopero confermato, governo convoca azienda
Conti pubblici
Padoan: da migliori previsioni no impatto su manovra correttiva
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
Verona Fiere, Evoo Days, al via il primo forum per filiera olio
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
Onde gravitazionali, inaugurato a Cascina l'Advanced Virgo
TechnoFun
Eutelsat a quota 1000 canali HD trasmessi su propria flotta
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia