venerdì 20 gennaio | 21:41
pubblicato il 26/nov/2013 12:45

Libia: Scaroni, la situazione ci preoccupa

(ASCA) - Trieste, 26 nov - ''La situazione della Libia certo ci preoccupa perche' la costruzione delle istituzioni libiche ha un processo piu' lento di quanto avremmo sperato''. Lo ha detto l'ad di Eni, Paolo Scaroni, parlando della Libia, con i giornalisti, a margine del forum economico di Trieste, nell'ambito del vertice Italia-Russia. ''Mantengo un certo ottimismo perche' la Libia potenzialmente e' un Paese cosi' ricco che faccio fatica a immaginare che i libici diano un calcio alla propria ricchezza e si infilino in una situazione conflittuale e difficile - ha detto Scaroni -. E' un popolo sostanzialmente pacifico perche' e' un Paese privo di esercito con poca polizia''. ''Noi siamo relativamente ottimisti, non magari tra un mese o tra tre mesi, ma a medio termine si'''.

fdm/cam

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Alitalia
Alitalia, Messina: da tutti c'è volontà di risolvere situazione
Poste
Poste, Caio: società privatizzata ma resta missione sociale
Mediaset
Mediaset, P.S. Berlusconi: Vivendi? Se ne esce per vie legali
Ibm
Ibm archivia il 19esimo trimestre di fila con ricavi in calo
Altre sezioni
Salute e Benessere
Asma e Bpco, 15% italiani soffre malattie respiratorie persistenti
Motori
John Lennon, all'asta la sua Mercedes-Benz 230SL Roadster
Enogastronomia
Formaggi, yogurt, mozzarelle: ora obbligatorio indicare l'origine dellatte
Turismo
Via in Uruguay i 40 giorni del carnevale, il più lungo del mondo
Energia e Ambiente
Pericolo estinzione per il 60% di tutte le specie di primati
Moda
Moda Parigi, l'eleganza rilassata dell'uomo Louis Vuitton
Scienza e Innovazione
Spazio: da Cassini primo piano per Dafni, piccola luna di Saturno
TechnoFun
Cyber attacchi, dal 2001 in Italia hackerati 12mila siti web
Sistema Trasporti
Confermato avvio lavori di interconnessione tra Brebemi e A4