domenica 11 dicembre | 01:14
pubblicato il 19/gen/2012 15:58

Liberalizzazioni/ Sindacati contestati dai tassisti: Venduti

Assemblea taxi al Circo Massimo, invito a riprendere servizio

Liberalizzazioni/ Sindacati contestati dai tassisti: Venduti

Roma, 19 gen. (askanews) - Fischi, urla e insulti contro i rappresentanti dei tassisti all'assemblea del Circo Massimo. Dopo l'incontro a Palazzo Chigi, i sindacati sono andati a spiegare l'esito del confronto col governo, invitando i tassisti a sospendere la mobilitazione e riprendere il servizio, in attesa delle decisioni nel consiglio dei ministri di domani. Ma dalla folla, insoddisfatta per il risultato interlocutorio del tavolo, sono partite dure contestazioni. "Venduti, venduti! Vi state vendendo!", urlavano i tassisti. Il presidente di Uritaxi, Loreno Bittarelli, ha invitato più volte a tornare al lavoro, per favorire il buon esito della trattativa e anche per il rischio di precettazione. Ma dalla folla sono partiti fischi e urla, con petardi e fumogeni accesi a poca distanza. "Fate come volete - ha detto Bittarelli concludendo - ma quando non mi avete ascoltato poi è sempre andate a finire male".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina