martedì 06 dicembre | 11:16
pubblicato il 16/feb/2012 20:46

Liberalizzazioni/ Per Srl under 35 torna notaio ma senza spese

Atto pubblico ma no onorari notarili per rogito e nascita

Liberalizzazioni/ Per Srl under 35 torna notaio ma senza spese

Roma, 16 feb. (askanews) - Non basterà una scrittura privata per far nascere una Srl semplificata per i giovani under 35. Torna infatti in gioco il notaio ma non ci saranno spese. Lo prevede l'emendamento dei relatori, Filippo Bubbico (Pd) e Simona Vicari (Pdl), che hanno presentato un emendamento su cui, ha spiegato Bubbico, c'è un'ampia maggioranza. Il testo verrà votato martedì prossimo quando è prevista la ripresa dei lavori della commissione. Nell'emendamento si legge infatti che la società dovrà essere costituita "per atto pubblico" ma "l'atto costitutivo e l'iscrizione nel registro delle imprese sono esenti da diritti di bollo e di segreteria e non sono dovuti onorari notarili".

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Borsa
Vittoria No non spaventa la Borsa (-0,21%) ma banche vanno giù
Ferrero
Ferrero si 'mangia' i biscotti belgi Delacre
Riforme
Referendum, i mercati puntano su nuovo governo in tempi rapidi
Fs
Antitrust: indagini su Trenitalia e Ntv per pratiche scorrette
Altre sezioni
Salute e Benessere
Diabete, arriva in Italia penna con concentrazione doppia insulina

Roma, 5 dic. (askanews) - Un'iniezione "morbida", più facile, e una penna con il doppio delle unità di insulina disponibili per ridurre il numero di device da gestire: un...

Enogastronomia
Ecco la gastro-diplomazia: mangiare bene aiuta a conquistare mondo
Turismo
Eden Travel Group, il SalvaVacanza spinge l'advance booking
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Gli angeli sexy di Victoria's Secret sfilano a Parigi
Sostenibilità
Smart City, modello Milano grazie a ruolo utilities
Efficienza energetica
Pesticidi: una minaccia per le api, colpito anche l'olfatto
Scienza e Innovazione
Spazio, nuovo successo per il razzo italiano Vega
Motori
Audi A3 compie 20 anni, 3 generazioni e 4 milioni di esemplari