lunedì 20 febbraio | 12:11
pubblicato il 18/nov/2013 12:00

Letta certo che debito inizierà a calare da 2014

Grazie a effetto combinato di misure Bilancio e privatizzazioni

Letta certo che debito inizierà a calare da 2014

Roma, 18 nov. (askanews) - Il presidente del Consiglio Enrico Letta si è detto certo che l'Italia riuscirà a ridurre il rapporto tra debito pubblico e Pil già dal 2014, grazie all'effetto combinato elle misure previste nella Lege di Stabilità e al piano di privatizzazioni che il governo si appresta a presentare. "Il bilancio più il piano di privatizzazioni saranno in grado di ridurre debito dal prossimo anno - ha detto - sarà la prima volta da 5 anni ed è molto importante per la credibilità". La scorsa settimana la Commissione europea ha clamorosamente omesso di riconosce all'Italia i requisiti per godere di alcuni margini di flessibilità sui conti pubblici e sul deficit 2014, rilevando la dinamica di rialzo del debito. Letta ha rilevato che in questa fase "abbiamo al tempo stesso sindacati, gente e politici che chiedono meno rigore, mentre l'Unione europea chiede più rigore". E guardando alla questione nella prospettiva di procedere su un percorso di ripresa, l'Europa "non può permettersi di mettere soldi nel congelatore", ha avvertito Letta.

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Kraft-Unilever
Kraft Heinz rinuncia a offerta acquisto Unilever
Consumi
Cresce la fiducia, 1 italiano su 5 pronto a fare acquisti
Altre sezioni
Salute e Benessere
Ordini Medici: pubblicità sanitaria selvaggia è allarme sociale
Motori
BMW presenta la nuova Serie 5 berlina
Enogastronomia
"Benvenuto Brunello" Guida Rossa Michelin firma piastrella 2016
Turismo
Turismo, Alpitour amplia la rete su Andalusia e Costa del Sol
Energia e Ambiente
Premio ai Vigili del fuoco per i voli su Amatrice e Rigopiano
Moda
Moda New York, la donna bon ton secondo Carolina Herrera
Scienza e Innovazione
SpaceX, rinviato lancio del Falcon-9 dalla piattaforma Nasa 39-A
TechnoFun
Amazon, a tempo di record i lavori per nuovo centro vicino Roma
Sistema Trasporti
Ibar, Usa e Cina ancora al top per i voli dall'Italia