domenica 11 dicembre | 08:59
pubblicato il 08/ott/2013 12:00

Legge stabilita': Uil, non abbiamo cifre ne' qualcosa di concreto

(ASCA) - Roma, 8 ott - ''Non abbiamo cifre, il governo sta facendo conti e trattative, deve uscire qualcosa di concreto in busta paga e non una tantum, no alle piccole fiammate''.

Cosi' il segretario confederale della Uil, Guglielmo Loy, commenta ai microfoni di 'Prima di tutto' su Rai Radio 1, l'esito dell'incontro tra governo e sindacati sui contenuti della Legge di stabilita'. ''Un'ipotesi accettabile sarebbe per esempio 100 euro in piu' in busta paga, che significherebbe alzare la soglia delle detrazioni per il lavoro dipendente dagli attuali 8000 euro a 8500, sarebbe gia' un buon risultato per lavoratori e pensionati - aggiunge il sindacalista -. L'importante e' dare continuita' all'intervento. Se non avremo risposte ci sara' una reazione da parte dei sindacati e su questo punto,come su altri, siamo uniti''. com-drc/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Francia
Francia, è penuria di tartufi e i prezzi volano alle stelle
Petrolio
Scatta la prima stretta globale all'offerta di petrolio da 15 anni
Brexit
Dijsselbloem dice che dalla Brexit non nascerà una nuova "City" Ue
Altre sezioni
Salute e Benessere
Orecchie a sventola, clip rivoluziona intervento chirurgico
Enogastronomia
Furono i sardi i primi a produrre vino nel Mediterraneo
Turismo
Confesercenti: alberghi prenotati al 75% per Ponte Immacolata
Lifestyle
Giochi, Agimeg: nel 2016 raccolta supera i 94 miliardi (+7,3%)
Moda
Per Herno nuovo flagship store a Seoul
Sostenibilità
All'Isola della Sostenibilità il mondo dell'economia circolare
Efficienza energetica
Natale 2016, focus risparmio energetico e trionfo regalo Hi-tech
Scienza e Innovazione
Le tecnologie spaziali che aiutano la sostenibilità
Motori
Flash Mob ai Fori per Amatrice con la Ferrari del record in Cina