mercoledì 18 gennaio | 02:51
pubblicato il 08/ott/2013 12:00

Legge stabilita': Uil, non abbiamo cifre ne' qualcosa di concreto

(ASCA) - Roma, 8 ott - ''Non abbiamo cifre, il governo sta facendo conti e trattative, deve uscire qualcosa di concreto in busta paga e non una tantum, no alle piccole fiammate''.

Cosi' il segretario confederale della Uil, Guglielmo Loy, commenta ai microfoni di 'Prima di tutto' su Rai Radio 1, l'esito dell'incontro tra governo e sindacati sui contenuti della Legge di stabilita'. ''Un'ipotesi accettabile sarebbe per esempio 100 euro in piu' in busta paga, che significherebbe alzare la soglia delle detrazioni per il lavoro dipendente dagli attuali 8000 euro a 8500, sarebbe gia' un buon risultato per lavoratori e pensionati - aggiunge il sindacalista -. L'importante e' dare continuita' all'intervento. Se non avremo risposte ci sara' una reazione da parte dei sindacati e su questo punto,come su altri, siamo uniti''. com-drc/cam/ss

TAG CORRELATI
Gli articoli più letti
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Auto
Fca, anche a dicembre vendite in Europa meglio del mercato
Brexit
Brexit, sterlina accelera a 1,2290 dopo le parole di May
Trasporti
Trasporto aereo, sindacati: il 23 febbraio sciopero di 4 ore
Altre sezioni
Salute e Benessere
Salute: nuovi Lea in arrivo. In vigore dopo pubblicazione su G.U.
Motori
Moto, Ducati e Diesel insieme per una Diavel post-apocalittica
Enogastronomia
Nel 2016 consumi alimentari fuori casa +1,1%, domestici -0,1%
Turismo
Nel 2016 Roma è stata la meta italiana preferita dagli europei
Energia e Ambiente
L'Enel porta energia "verde" all'ambasciata italiana di Abu Dhabi
Moda
Moda, nasce Brandamour, nuovo polo del lusso Made in Italy
Scienza e Innovazione
Nell'Universo ci sono almeno due trilioni di galassie
TechnoFun
Rischi del web, ecco le 8 truffe che colpiscono gli italiani
Sistema Trasporti
Dal 26 marzo al via i nuovi voli da Milano-Malpensa